Revivoil, l’olio rigenerato per veicoli che rispetta l’ambiente

Laboratori_rigenerazione_olio

Ecomondo ha appena chiuso i battenti sull’edizione 2009, ma molti sono gli stimoli e le novità che ha presentato e che fanno ancora parlare molto. Tra esse, sicuramente degno di nota “Revivoil“, il lubrificante green per veicoli, ricavato interamente da oli usati.

Ideato da Viscolube, nota società italiana all’avanguardia nel settore della rigenerazione degli oli usati, il lubrificante è un olio formulato con basi ri-raffinate. Ri-raffinare oli lubrificanti usati per ridar loro nuova vita, con l’utilizzo delle migliori tecniche disponibili. È questa la mission dell’azienda. Grazie al suo bassissimo contenuto di zolfo e di componenti aromatici e all’alto indice di viscosità, Revivoil è adatto per differenti impieghi, dall‘autotrazione al settore industriale.

È inoltre utilizzabile nei motori diesel aspirati, usati ad esempio nei mezzi pubblici. Sviluppato in collaborazione con Lubrizol, azienda leader mondiale nel campo degli additivi, tale lubrificante ha lunga vita, nel senso che ha intervalli di cambio prolungati. Fondamentali questi ultimi due punti in termini di impatto ambientale.

Un olio in grado di rispettare, nel suo intero ciclo di vita, i pi∙ stretti vincoli di compatibilitα ambientale“, ha dichiarato Antonio Lazzarinetti, amministratore delegato Viscolube. “Un green oil proveniente dal riciclo di un rifiuto che permette di rispettare i termini del Protocollo di Kyoto in materia di emissioni e la legislazione italiana sul Green public procurement“.

Dopo la sua presentazione a Rimini, Revivoil è stato offerto in prova ai raccoglitori del Coou (Consorzio obbligatorio degli oli usati). Due confezioni e un cambio d’olio sono state cedute loro in omaggio per verificarne le capacità.

Francesca Mancuso

Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
seguici su Facebook