A Roma pensiline fotovoltaiche trasparenti che ricaricano bici e auto elettriche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pensiline fotovoltaiche trasparenti per la mobilità elettrica. Così per ricaricare bici ed auto elettriche verranno utilizzati concentratori solari luminescenti per ricaricare le auto elettriche. L’idea è stato appena presentata da Eni che ha inaugurato il primo impianto fotovoltaico dimostrativo basato su tale sistema.

Ricaricare i veicoli ecologici tutt’ora non è semplice. Mancano infatti le infrastrutture di ricarica, che darebbero slancio al settore. Eppure non sarebbe poi così difficile. Basterebbe dotare i parcheggi di apposite pensiline, in grado di produrre energia grazie al sole. È solo in tal modo che la mobilità divenerebbe a zero emissioni.

Partendo da tale presupposto, Eni ha intrapreso questa strada. Le lastre gialle ma trasparenti, appositamente progettate, consentiranno infatti l’immagazzinamento dell’energia solare e la loro trasformazione in energia elettrica, messa a disposizione per ricaricare le auto elettriche.
Le 192 nuove pensiline fotovoltaiche coprono il parcheggio dell’ Eni R&M in via Laurentina a Roma sono in grado di produrre circa 500 Watt nominali di energia.

Perché i concentratori solari luminescenti (LSC, Luminescent Solar Concentrators)? Essi sono formati da lastre di materiale trasparente che può essere plastico o vetroso, dentro cui sono distribuiti coloranti fluorescenti che assorbono una parte della luce solare e la emettono all’interno della lastra. La radiazione emessa viene poi fatta convogliare verso i bordi della lastra dove viene concentrata su celle solari di piccola superficie, che la trasformano in energia elettrica.

eni pensiline2

Spiega Eni che i vantaggi potenziali rispetto ai tradizionali pannelli al silicio sono diversi. In primo luogo perché le lastre possono catturare sia la radiazione solare diretta che quella diffusa, anche in condizioni di cielo nuvoloso. Poi perché la loro costruzione richiede materiali a basso costo.

Infine, possono essere utilizzate per realizzare pannelli fotovoltaici trasparenti e finestre fotovoltaiche, estendendosi oltre le pensiline appena presentate.

eni pensiline3

Le nuove pensiline sono il frutto del programma di ricerca lanciato da Eni nel 2007 e dedicato allo sviluppo innovativo delle fonti rinnovabili.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Fotovoltaico trasparente per produrre energia dalle finestre

Antares: la pensilina fotovoltaica di Pinfarina per ricaricare le auto elettriche

Bike Sharing: a Padova arrivano le pensiline fotovoltaiche per le bici

Snail, la pensilina fotovoltaica di design che protegge le biciclette

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook