A Istanbul il biglietto della metro si paga con…le bottiglie di plastica!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Istanbul arrivano nelle stazioni della metro i distributori che erogano biglietti in cambio di bottiglie di plastica e lattine.

Un biglietto della metro in cambio di plastica riciclata e lattine: è la geniale ideale partorita dalla amministrazione di Istanbul per incentivare a recuperare gli imballaggi e per ora messa in pratica in una sola stazione della metropolitana.

Questa settimana, infatti, la città turca ha lanciato una valuta alternativa per i pendolari che hanno bisogno di ricaricare le loro tessere per il trasporto: i riciclabili. Il pass per i trasporti pubblici, la cosiddetta Istanbul Card, potrà essere ricaricata semplicemente depositando bottiglie di plastica o lattine in alluminio nella macchina.

Nuovi distributori automatici permetteranno insomma di ricaricare le tessere dell’abbonamento dei mezzi pubblici in cambio di bottiglie di plastica e lattine di alluminio, che verranno avviate al processo di riciclaggio: una volta assegnato un valore ai materiali riciclabili, la macchina frantumerà, triturerà e ordinerà il materiale.

L’iniziativa mira a incoraggiare il riciclo nella città di oltre 15 milioni di persone, dove le pratiche di riciclaggio sono ancora scarse: una bottiglietta di plastica da 330 ml accrediterà così due centesimi turchi, una da mezzo litro ne accrediterà tre, una da 1,5 litri 9 centesimi. Un biglietto costa 2,6 lire turche, circa 0,4 centesimi di euro, quindi ci vogliono 28 bottiglie da un litro e mezzo per averne uno. Le lattine di alluminio valgono di più: 9 centesimi turchi per una lattina da mezzo litro.

Inoltre, le persone che ricicleranno di più avranno ulteriori vantaggi, come sconti per eventi e biglietti di teatro. I primi distributori sono stati installati nella stazione della metro I.T.U.-Ayazaga, vicina al distretto finanziario di Maslak ed entro la fine dell’anno ce ne saranno altri 100 in 25 posti diversi, tra cui scuole e università.

La Turchia è il terzo paese d’Europa per produzione di rifiuti domestici e commerciali, preceduta da Germania e Francia, ed è all’ultimo posto riguardo alla questione riciclo (Fonte). Secondo il ministero dell’ambiente turco l’anno scorso e nei primi tre mesi del 2018 è stata riciclata la metà di tutte le bottiglie di plastica, oltre a 1,7 milioni di tonnellate di carta e cartone.

Non vi pare un bellissimo esempio che potremmo mutuare anche qui da noi?

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook