@ANSA FOTO

Isole Canarie, chiuso l’aeroporto di La Palma per l’accumulo di cenere emessa dal vulcano Cumbre Vieja

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Blocco dei voli aerei all’aeroporto di La Palma, isola dell’arcipelago delle Canarie. A causa dell’accumulo di cenere emessa dal vulcano Cumbre Vieja, in eruzione da settembre, l’aeroporto è stato chiuso temporaneamente A comunicarlo AENA, la società che gestisce gli scali spagnoli. In realtà, già nelle scorse ore alcune compagnie – tra cui la Binter e la Canarifly avevano sospeso i voli sull’isola. Ma qualche ora fa è stato disposta la chiusura di tutto lo spazio aereo da parte delle autorità, fino a nuovo ordine. 

È già la seconda volta nel giro di un mese che l’aeroporto viene chiuso per via della ricaduta di cenere del vulcano che ha iniziato ad eruttare improvvisamente lo scorso 19 settembre, seminando distruzione nei centri abitati e costringendo alla fuga migliaia di abitanti. Nei giorni scorsi la lava incandescente si è riversata anche nelle acque dell’oceano, dopo aver distrutto numerosi ettari di coltivazioni.

https://twitter.com/esa/status/1443926199529508867/photo/1

L’eruzione in corso sta provocando non solo disagi agli abitanti dell’isola, ma rappresenta un colpo di grazia per il turismo delle Canarie. E a preoccupare la popolazione locale e le aree vicine è la nube tossica di anidride solforosa, che irrita gli occhi e le vie respiratorie.

Nessun disagio, invece, per gli altri aeroporti delle Canarie che, almeno fino a questo momento, potranno restare operativi.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: AENA 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook