Coronavirus, arriva dal Ministero il blocco dei treni notturni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Stop ai treni notturni e riduzione all’essenziale delle corse per le tratte di maggio percorrenza da oggi 14 marzo 2020. Arriva il nuovo decreto.

Per contenere ulteriormente l’epidemia di coronavirus e gli esodi da Nord a Sud che continuano a verificarsi nonostante i decreto dell’11 marzo che limita gli spostamenti a quelli dettati da un criterio di necessità e urgenza, il Ministrero delle Infrastrutture ha bloccato i treni notturni.

La ministra Paola De Micheli, ha firmato nella serata il decreto per la riprogrammazione dell’offerta di trasporto ferroviario, riducendo ai soli servizi minimi essenziali i treni a lunga percorrenza.

Già da questa sera, 14 marzo 2020, sarnno soppressi i notturni e rimodulate le corse in modo da garantire i servizi minimi essenziali. Nell’allegato del decreto DM. n. 113 del 13 marzo 2020 le tabelle con tutte le corse che rimangono attive (in media due per direttiva al giorno). Come spiegato sul sito del MIT:

Il decreto assicura, per ogni direttrice, il collegamento con almeno una coppia di treni Trenitalia e NTV e garantisce tutti i servizi essenziali.

Trenitalia potrà inoltre valutare ulteriori rimodulazioni del servizio Intercity se la domanda di mobilità dovesse ridursi ancora rispetto al numero di treni programmati.

Nessuna limitazione è prevista per il servizio di trasporto merci e di carattere emergenziale.

Le disposizioni del decreto sono in vigore fino al 25 marzo e si applicano anche alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e Bolzano.

Si spera che questa ulteriore razionalizzazione permetta di limitare gli esodi e le partenze soprattutto dal Nord al Sud Italia di quanti, anche in questi giorni, stanno assaltando le stazioni per tornare nelle case di origine o nelle seconde case nelle regioni come Puglia, Calabria e Basilicata.

Fonti: MIT, D.M. 113 del 13.3.2020

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook