La Sicilia si blinda: stop a tutti i collegamenti per limitare i contagi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Sicilia si blinda. Dopo il nuovo esodo da Milano dello scorso sabato, il Governatore Musumeci annuncia nuove restrizioni per contrastare la diffusione del coronavirus: la sospensione di tutti i voli e dei traghetti per il trasporto dei passeggeri, garantendo solo pochissimi collegamenti col resto d’Italia. Pochi minuti fa il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ha firmato il decreto.

La Sicilia ha paura. Lo scorso sabato da Milano sono partiti nuovi treni per l’isola, aumentando il rischio di contagi. Purtroppo secondo il decreto del 12 marzo, gli spostamenti per raggiungere la propria città di residenza sono ammessi. Ciò rappresenta un grande rischio per la popolazione siciliana e i suoi ospedali.

Ad oggi, in totale sono 188 i casi positivi registrati dall’inizio, di cui 71 ricoverati (15 in terapia intensiva).

Per questo la Regione ha chiesto al Governo misure restrittive tra cui:

“La sospensione dei collegamenti aerei, nazionali e internazionali, a eccezione di due voli al giorno tra Roma e Palermo/Catania; blocco di tutti i servizi automobilistici interregionali e dei servizi marittimi per il trasporto dei passeggeri, garantendo solo quello merci. Sono alcune delle prossime iniziative che il ministro dei Trasporti Paola De Micheli si appresta ad adottare, su richiesta del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, per contenere il contagio del Coronavirus nell’Isola. Saranno possibili gli spostamenti per i passeggeri da Villa San Giovanni e Reggio Calabria a Messina e viceversa, ma solo per comprovate esigenze di lavoro o di salute. Con Roma sarà mantenuto un solo treno intercity al giorno” si legge sul sito della Regione.

Per quanto riguarda i collegamenti marittimi con le isole minori al momento sono state ridotte le corse dei traghetti e abolite quelle dei mezzi veloci.

Inoltre, sono stati disposti controlli sanitari alla partenza sia per i passeggeri che per i conducenti di mezzi di trasporto merci.

Queste le regole da seguire, attualmente in vigore:

Va ricordato che i residenti o domiciliati che arrivano in Sicilia dal resto d’Italia hanno l’obbligo di comunicarlo.

Arriva il via libera del Ministero dei trasporti

La Ministra  Paola De Micheli, ha firmato il Decreto che prevede la sospensione dei collegamenti e dei trasporti ordinari delle persone da e per la Sicilia. Regolare, invece, il trasporto merci. Ecco cosa cambierà:

“Le persone possono viaggiare su navi adibite al trasporto merci esclusivamente per dimostrate ed improrogabili esigenze, previa autorizzazione del Presidente della Regione. E, ancora, sono consentiti gli spostamenti via mare per i passeggeri da Messina per Villa San Giovanni e Reggio Calabria e viceversa, per comprovate esigenze di lavoro, di salute o per situazioni di necessità. Il trasporto aereo delle persone, da e verso la Sicilia, è assicurato soltanto per improrogabili esigenze di connessione territoriale con la penisola, esclusivamente presso gli aeroporti di Palermo e Catania, mediante due voli A/R Roma-Catania e due voli A/R Roma-Palermo, uno meridiano e l’altro antimeridiano, con sospensione di tutti gli altri voli compresi quelli internazionali. Per i collegamenti ferroviari diurni è previsto il mantenimento dei collegamenti minimi essenziali mediante un treno giorno intercity Roma/Palermo e viceversa”

Fonti di riferimento: Mit, Regione Sicilia

LEGGI anche:

Italia “chiusa” per coronavirus e l’inquinamento diminuisce: le immagini dai satelliti

Coronavirus, arriva dal Ministero il blocco dei treni notturni

Coronavirus: il farmaco anti-artrite dà risultati positivi nel 50% dei pazienti trattati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook