Il giro del mondo in…aereo ecologico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama Matevz Lenarcic ed è il biologo sloveno che due giorni fa, la mattina dell’8 gennaio è salito a bordo di un aereo ultraleggero per fare un giro intorno al mondo. Il tutto in modo rigororosamente ecologico. 100 mila chilometri da percorrere cercando di produrre la minore quantità possibile di sostanze inquinanti.

Partito da Lubiana, il biologo ambientalista ha ben chiare le idee. Sorvolare tutti i continenti e i tre oceani presenti sulla Terra in tre mesi. Un viaggio intorno al mondo, per ammirarne le meraviglie ma soprattutto per dimostrare che la priorità dell’uomo è quella di salvaguardare il pianeta.

Vorrei mostrare alla gente che questo pianeta è l’unico che abbiamo, e se continueremo a distruggerlo sarà perso per noi e i nostri figli” ha detto poco prima di partire il 53enne, in volo su un Pipistrel Virus-SW 194, velivolo di produzione slovena, capace di raggiungere i 9mila metri di quota con i suoi 290 chili e volando ad una velocità massima di 300 km orari.

Grazie al dispositivo, la Pipistrel lo scorso hanno ha anche ricevuto il premio della Nasa dedicato all’aviazione ecologica, grazie al record di percorrenza di 200 miglia in meno di due ore con un consumo inferiore ai 3,79 litri di carburante.

ultraleggero

A bordo del Pipisterl, Lenarcic sorvolerà 120 parchi nazionali, ma anche l’Antartico e l’Everest.

Prima tappa da rggiungere sarà il Marocco. Successivamente il biologo sloveno partirà per il Senegal. Da qui, si muoverà verso ovest e attraverserà l’Oceano Atalntico raggiungendo l’America e toccando il terzo continente dopo l’Europa e l’Africa.

Ma non si tratta del primo volo di questo tipo per Lenarcic. Nel 2004 infatti ha già fatto il giro del mondo a bordo di un aereoplano simile.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook