Fonte Foto: primove.bombardier.com

Bombardier, azienda impegnata nello sviluppo della mobilità sostenibile, ha presentato in Germania una possibile soluzione che potrebbe cambiare il futuro dei veicoli elettrici. Si tratta di un innovativo sistema che promette la possibilità per autobus, tram ed auto elettriche di viaggiare senza mai fermarsi per compiete soste al fine di ricaricare le batterie, in quanto esse potranno ricaricarsi da sé senza bisogno di impiegare particolari cavi o di effettuare lunghe scomode pause.

Il progetto è stato presentato da Bombardier a Monaco di Baviera nella giornata di ieri nel corso di una conferenza stampa che ha visto la partecipazione di Andrè Navarri, presidente di Bombardier Transportation e di Rainer Bomba, sottosegretario di Stato al Ministero dei Trasporti tedesco. La nuova tecnologia, denominata "PrimoveCity" potrà garantire mezzi di trasporto a zero emissioni inquinanti e potrà essere applicata ad ogni veicolo elettrico, sia appartenente alla mobilità pubblica, come tram e autobus, sia di proprietà di privati, come l'automobile.

Essa potrà essere applicata attraverso il posizionamento sotto l'asfalto, lungo le strade ed in determinati punti strategici, di un sistema di trasmettitori in grado di raggiungere una potenza di 400 kilowatt e che potranno comunicare con le batterie dei veicoli elettrici tramite appositi ricevitori senza ostacolare il percorso che si desidererà compiere. La ricarica potrà infatti avvenire in maniera dinamica, nel momento in cui i veicoli si troveranno in movimento, o in maniera statica, ad esempio durante il parcheggio.

Per il nuovo sistema creato da Bombardier, la Germania ha già comunicato la propria volontà di compiere un investimento del valore di 2,9 milioni di euro per la realizzazione di un primo progetto di mobilità sostenibile ed elettrica in Bassa Sassonia, nella città di Braunschweig. La Germania si prepara a realizzare una vera e propria rete per la mobilità elettrica, dopo i risultati positivi ottenuti attraverso apposite prove effettuate in Baviera.

L'entrata in funzione dei primi due autobus elettrici, senza fili e senza binari, è prevista per il 2013. L'obiettivo di Bombardier è la creazione di soluzioni analoghe per un numero sempre crescente di città nel mondo, al fine di realizzare una rete per la mobilità urbana in cui i mezzi di trasporto pubblici non inquinino e non deturpino in alcun modo il paesaggio, rendendo l'aria delle città decisamente più respirabile ed abbassando i livelli delle emissioni nocive derivanti dall'impiego dei comuni carburanti.

I primi due autobus avranno una lunghezza di 18 metri e potranno compiere un tragitto di 12 chilometri con possibilità di ricaricare le proprie batterie grazie a sette stazioni di ricarica posizionate al di sotto dell'asfalto. Per Bombardier il progetto è praticamente già realtà e non sembra vi sia alcun ostacolo per la sua realizzazione in Germania. Esso ha avuto il sostegno anche da parte del nostro Paese e presto potrebbe essere promosso anche in Italia, come prevede il presidente della sezione nostrana di Bombardier Transportation, Roberto Tazzioli, che nei prossimi mesi proporrà l'attuazione di "PrimoveCity" alle amministrazioni locali italiane.

Marta Albè

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram