bus ibrido Bologna

Si chiama Van Hool A330 Hyb ed è il primo autobus ibrido elettrico senza batterie da ricaricare.

Il veicolo, che da ieri viaggia per le strade bolognesi, è una novità assoluta nel nostro Paese, perché al posto della batterie ha un componente elettrico in grado di immagazzinare l'energia durante le fasi di frenata per poi riutilizzarla durante l'accelerazione e il movimento su strada.

Una soluzione che permette di risparmiare risorse e costi di manutenzione. Davvero niente male per un autobus dal nome così bizzarro!

Il bus ibrido – presentato ieri a Piazza Nettuno – è diventato realtà grazie all'iniziativa della Tper, la nuova azienda dei trasporti locali, nata dalla fusione di Atc e Fer, che per il momento ha acquistato due veicoli (al costo di 700.000 euro) per merito del progetto europeo per la mobilità "Mimosa", al quale Tper partecipa dal 2008.

"Un passo in avanti ad alta tecnologia ed avanguardia'' – ha detto la presidente della Tper, Giuseppina Gualtieri, commentando l'inaugurazione dei due bus elettrici, che al momento saranno utilizzati per le linee centro-periferia.

"Mentre chiediamo a tutti di sforzarsi di andare verso una mobilità sostenibile - ha commentato l'assessore al traffico di Bologna, Andrea Colombo - anche noi mettiamo in campo investimenti per migliorare la qualità ambientale della flotta dei bus".

Attendiamo quindi che altre città italiane seguano l'esempio bolognese e lancino tanti Van Hool A330 Hyb sulle strade delle nostre città.

Verdiana Amorosi

Fonte e foto: Il Resto del Carlino

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram