Eicma_2010

La Fiera di Milano su due ruote, con un occhio al futuro del settore grazie all'imminente ritorno degli eco-incentivi per i motorini e le novità green formate dalle moto elettriche e ibride. Sono le tre “voci” più importanti per la mobilità eco sostenibile promossa dall'EICMA 2010, il Salone del ciclo e motociclo che aprirà i battenti al pubblico il prossimo 4 novembre.

La kermesse di quest'anno, che sarà in gran parte dedicata alle moto (il settore delle biciclette viene, infatti, esposto ad anni alterni), presenta alcune interessanti novità ibride ed elettriche. E, su tutte, l'annunciato ritorno degli incentivi 2010, che può contribuire al rilancio del settore dei veicoli a due ruote (sceso del 20% rispetto a settembre 2009).

250mila metri quadri tutti dedicati alla moto

Il biglietto da visita dell'Eicma 2010 sta tutto nei “grandi numeri” e nella presenza dei marchi più prestigiosi. Sei padiglioni, 250mila metri quadri di superficie espositiva (170mila all'interno, 80mila all'aperto).

Le principali novità elettriche e ibride che vedremo all'Eicm

In questa sezione, ci occupiamo delle moto e degli scooter a zero emissioni, o a propulsione mista benzina – elettrica, che saranno presenti al padiglioneThe Green Planet della rassegna milanese, come prima anticipazione delle novità che svilupperemo in maniera ancora più approfondita nei prossimi giorni.

ASPES – Il costruttore tornato sul mercato alla fine del 2008 dopo un silenzio durato oltre 26 anni esporrà due biciclette a pedalata assistita e due scooter ibridi. Per le bici, si tratterà dei modelli Sibilla ed Elios, equipaggiati con un motore sistemato all'interno del mozzo della ruota anteriore e alimentato da una batteria al litio – fosfato da 36V, equipaggiate con cambio a sette rapporti con comando al manubrio e forcella ammortizzata. Autonomia di 40 km e tempo di ricarica indicato in 4 – 6 ore. Gli scooter presentati saranno due: Vega Hybrid 125 e Perseo Hybrid 150, che si aggiungono al Sirio 50. Il Vega (3.950 euro Iva compresa), alimentato da due motori integrati che forniscono potenza alla ruota nello stesso momento, viene mosso da un monocilindrico a 4 tempi da 125 cc abbinato a un motore elettrico da 1 kW, alimentato da una batteria da 48V al litio. Lo stesso accumulatore alimenta il più grosso Perseo 150 (4.250 euro Iva compresa). Per entrambi, la ricarica della batteria può avvenire anche durante la marcia con il solo motore a scoppio.

aspes_perseo_hybrid_150

Brammo – Il marchio dell'Oregon (presentato su o GreenBiz.it la scorsa estate) produce esclusivamente motocicli elettrici. Per l'Eicma, la Brammo presenterà la Empulse, moto naked (cioè senza carena) caratterizzata dal fatto di essere la prima moto a zero emissioni equipaggiata con un motore raffreddato ad acqua. Declinata in tre versioni, a seconda della potenza sviluppata dalle batterie al litio (6, 8 e 10 kW), la Empulse monta un motore da 54,4 CV. I prezzi delle tre versioni vanno da 9995 dollari (6.0), 11995 dollari (8.0) e 13995 dollari (10.0).

moto-elettrica-brammo-empulse

Oxygen – È un prodotto interamente made in Italy. Il costruttore, la Oxygen di Padova, è fra i primi ad avere creduto negli scooter a zero emissioni. All'Eicma sarà esposto il CargoScooter, un veicolo “da lavoro” alimentato da una batteria al litio. Non è una novità in senso stretto,ma la bontà del progetto è confermata dall'adozione del CargoScooter da parte delle Poste svizzere, attraverso una fornitura di circa mille esemplari, che ne fanno la più grande flotta eco sostenibile del mondo.

Oxygen_CargoScooter

Yamaha – Struttura ridotta all'osso, motore “dietro” e due modalità di guida. È lo scooter elettrico Yamaha EC-03, la proposta eco friendly che la Casa dei Tre diapason presenterà alla rassegna milanese. Veicolo discretamente leggero (pesa 56 kg), viene equipaggiato con un motore elettrico sistemato nella ruota posteriore e alimentato da batterie al litio. L'autonomia dichiarata è di 43 km. Due le modalità di guida: Standard e Power. Secondo quanto dichiarato dai vertici Yamaha, l'EC-03 debutterà nei mercati europei nel 2011.

YamahaTMSec03lateral-1

Incentivi motorini 2010: si parte il 3 novembre

È una delle news più importanti di questi giorni: lo sblocco da parte del Ministero dell'economia dei fondi messi a disposizione la scorsa primavera per l'acquisto di alcune categorie di beni, come anticipato da GreenMe.it nei giorni scorsi.

Si tratta di un monte bonus da 110 milioni di euro (sui 300 messi a disposizione in origine) e non ancora utilizzati. In particolare, riguarderanno motocicli, nautica, macchinari agricoli, elettrodomestici, immobili e banda larga. Gli incentivi saranno disponibili fino all'esaurimento dei fondi.

Per le moto, saranno utilizzabili per l'acquisto di veicoli Euro 3 e fino a 400 cc, dietro rottamazione di un motociclo “non ecologico”, ovvero Euro 0 o Euro 1. L'importo degli incentivi copre fino al 10% del prezzo di listino (e fino a un massimo di 700 euro); se, invece, l'acquisto non prevede la rottamazione, il bonus sale a 1500 euro (o 20% del prezzo di listino).

Piergiorgio Pescarolo

Leggi tutti i nostri articoli sugli incentivi motorini 2010

Leggi tutti i nostri articoli sugli scooter elettrici

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram