GTT_autobus_torino

Quante fermate effettua un autobus? Quanti minuti richiedono, in totale, ad ogni corsa “da capolinea a capolinea” le soste per far salire e scendere i passeggeri e ai semafori, in attesa che scatti il “verde”? In sostanza: quanto carburante viene consumato inutilmente? È un quesito che, da diversi mesi, le Case costruttrici di autoveicoli hanno dato una risposta con lo sviluppo dei dispositivi di Stop&Start. Quando la vettura, in frenata, rallenta al di sotto di una certa velocità, il motore si spegne (mentre i servizi di bordo, come il climatizzatore, restano in funzione) fino ad alcuni minuti di sosta, per poi riprendere la marcia non appena il conducente ingrana di nuovo la “prima”.

Con questo principio, che – è stato dimostrato – contribuisce al risparmio di carburante, si è pensato che anche il trasporto pubblico ne può ricavare un beneficio.

E, in questi giorni, a Torino, i vertici del Gruppo Torinese Trasporti hanno presentato i nuovi autobus equipaggiati con lo Start&Stop, destinati a creare una nuova pagina nel settore del trasporto urbano.

Costruiti dalla Irisbus Iveco e acquistati attraverso un finanziamento di 4 milioni 480 mila euro da parte del Ministero dell'Ambiente, Comune di Torino, Agenzia per la Mobilità metropolitana e lo stesso GTT, sono autosnodati (i bus “a due corpi”, lunghi in totale 18 metri) e montano tutti deipropulsori EEV (Enhanced Environmental Vehicle, che permette – secondo gli Uffici tecnici della Iveco – la massima evoluzione rispetto agli standard Euro 5) distribuiti fra quattro esemplari alimentati a metano e otto a gasolio.

Il parco bus Start&Stop, dei quali quattro esemplari sono già entrati in servizio, va ad aggiungersi ai cento automezzi da dodici metri (anch'essi a motore EEV) che sono entrati in servizio lo scorso gennaio sulle linee urbane del capoluogo piemontese in sostituzione dei più vecchi bus Euro 0.

Rispetto a questi ultimi, i bus Start&Stop promettono un notevole risparmio nei consumi (l'8% circa) e, dal punto di vista dell'impatto ambientale, una riduzione del 99% nelle emissioni di particolato e di idrocarburi incombusti, del 98% del monossido di carbonio e dell'89% degli ossidi di azoto.

Piergiorgio Pescarolo

forest bathing sm

Trentino

I migliori itinerari da fare a piedi o in bici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram