smart-e-scooter

Dopo i render mostrati nei giorni scorsi, ecco lo scooter elettrico della Smart, che sarà esposto in anteprima al Salone di Parigi 2010.

Mancano pochi giorni, infatti, all'apertura dei battenti della kermesse internazionale dell'auto. E il marchio che fa capo al Gruppo BMW ha svelato le prime immagini della “due ruote” realizzata secondo il nuovo corso della mobilità sostenibile ma in piena ricetta Smart. Vale a dire: in un concentrato di stile e dotazioni di sicurezza. Il tutto, a zero emissioni.

Mobilità urbana... Intelligente

Si è parlato di “nuovo corso”. In effetti, Smart eScooter non rappresenta, in sé, una novità in senso assoluto. Da un lato, la Smart è presente da alcuni mesi con la Electric Drive, versione elettrica della popolare citycar a due posti. Dall'altro, le proposte di scooter elettrici vengono già affrontate da altri Costruttori (Peugeot Vivacity e Yamaha soprattutto).

Per la Smart, tuttavia, il debutto nel mondo delle due ruote è avvenuto con un prodotto che segue gli atout che hanno reso celebre la “sorella maggiore” a quattro ruote, e che si presenta alla ribalta del Salone parigino con una linea innovativa e contenuti tecnologici di alto livello.

smart-e-scooter_

Piccolo” è bello

Estremamente compatto, l'escooter di Smart rivela una decisa semplicità nelle linee: poche concessioni ai “fronzoli”, si potrebbe definire uno scooter pragmatico. Una concessione alla sportività deriva dalla posizione della ruota posteriore, arretrata rispetto al telaio e alla sella.

A proposito del telaio, in acciaio e alluminio: per la sua realizzazione, i tecnici della Smart si sono ispirati alla cellula di sicurezza Tridion della Fortwo. La carrozzeria, di plastica, viene realizzata a pannelli intercambiabili.

Ha un “cuore” elettrico da 100 km di autonomia. E si può guidare a 14 anni

La propulsione è garantita da un motore elettrico da 5,4 CV – 4 kW posto in corrispondenza della ruota posteriore, e che viene alimentato da batterie al litio. L'autonomia massima dichiarata (100 km) si raggiunge dopo un periodo di ricarica variabile dalle 3 alle 5 ore, a seconda della “fonte”. La velocità massima è di 45 km/h: quella, cioè, consentita dal Codice della Strada per i “motorini” da 50 cc. Questa caratteristica rende lo e-Scooter adatto anche ai quattordicenni in possesso del “patentino”.

Come un “ciclomotore”, ma non mancano ABS e airbag. In più, il sellino è per due

Il piccolo “corpo” dello e-Scooter nasconde un notevole concentrato di tecnologia, ad iniziare dal dispositivo ABS e il Blind Spot Assist, che “controlla” gli angoli morti e avverte il conducente di eventuali ostacoli attraverso un segnale luminoso sugli specchi retrovisori; nonché un sistema di connettività per gli smartphone: dall'infotainment (il telefonino funziona come una strumentazione supplementare, in grado di fornire indicazioni sulla velocità, la carica della batteria e navigazione satellitare) all'antifurto: con l'inserimento del cellulare in un vano sul manubrio, si disattiva l'antifurto e l'e-Scooter può partire.

Sullo e-Scooter di Smart possono trovare posto due persone, e altrettanti caschi possono essere alloggiati all'interno del vano sottosella.

Piergiorgio Pescarolo

Leggi tutti i nostri articoli sugli scooter elettrici

Leggi tutti i nostri articoli sul Salone di Parigi 2010



I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog