Ecogrill_esternoTragitti interminabili e stressanti, lunghe code ai caselli, smog e rumore di clacson: se anche a voi è capitato che viaggi di lavoro o di piacere si trasformassero in incubi, allora sappiate che da oggi la sosta in autostrada può essere non solo piacevole, ma anche ecosostenibile.

Autogrill, gruppo leader nei servizi di ristorazione e retail per chi viaggia dopo aver promosso la raccolta differenziata nelle aree di servizio del progetto Destinazione Ambiente, ha da poco inaugurato vicino a Ravenna il primo Ecogrill, un punto ristoro costruito secondo i più moderni criteri di risparmio energetico. Realizzato con materiali innovativi, permetterà un abbattimento dei costi energetici pari a circa il 60%.

Dopo la prima stazione di rifornimento eco-attiva, arriva, dunque, la prima stazione di servizio eco-friendly ed energeticamente efficiente.

Il progetto, frutto della collaborazione tra università e società di progettazione e consulenza nel campo dell'impiantistica, del design, dell'energia alternativa, della comunicazione e dell'architettura, rientra tra gli obiettivi dichiarati dalla società Autogrill nel rapporto di sostenibilità 2007.

Il concept, basato su ecosostenibilità ambientale, comfort per il cliente ed efficienza aziendale, è stato poi realizzato dall'architetto e designer Giulio Ceppi, docente al Politecnico di Milano dal 1996, e dal suo studio Total Tool.

L'ecosostenibilità del nuovo Autogrill è assicurata essenzialmente da 3 innovative soluzioni: una struttura realizzata quasi integralmente in EPS (polistirene espanso sinterizzato, costituito per il 98% da aria), materiale altamente isolante e coibente, un tetto verde per aumentare l'isolamento termico e non impattare sul paesaggio, e un sistema di climatizzazione a pannelli radianti imperniato su un impianto geotermico a pompa di calore, che permette sia il raffreddamento in estate sia il riscaldamento in inverno. In questo modo il risparmio di energia termica verrà ridotto di un terzo rispetto agli Autogrill convenzionali.

La luce elettrica si alternerà a quella solare, assicurata dal grande lucernaio posto sul tetto e dalle ampie vetrate del fabbricato; il risparmio idrico sarà invece garantito da tre semplici strumenti: il recupero di acqua piovana e proveniente dai depuratori per l'erogazione nelle toilette o per l'irrigazione delle aree verdi; l'inserimento di fotocellule per una gestione ottimale delle acque di scarico e riduttori di flusso per i lavabi delle toilette.

Se vi trovate a passare lungo la strada statale 3bis Ravenna-Terni ricordatevi dunque di fermarvi in questo nuovo spazio eco-sostenibile e ripartirete verso la vostra meta con una carica sicuramente più green!

Eleonora Cresci


casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram