Monopattini elettrici, la scelta intelligente per muoversi in città nella “Fase 2”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo ha detto anche l’Istituto Superiore di Sanità, a proposito della rivoluzione nella mobilità che conosceremo durante la cosiddetta “Fase 2” che scatterà a partire dal 4 maggio: «Vanno incoraggiate forme alternative di mobilità sostenibile».

Già, perché il trasporto pubblico per qualche tempo funzionerà a regime ridotto per favorire il distanziamento sociale, mentre l’automobile già molti di noi tendono a utilizzarla il meno possibile o a rinunciarvi completamente. Vuoi per i costi ed il tempo connesso al suo uso (carburante, parcheggi, pedaggi…), vuoi perché nel nostro piccolo vogliamo essere un po’ più “green”.

Ma cosa intende l’Iss per “mobilità sostenibile”? Intende che quando è possibile sarebbe meglio andare a piedi, in bici oppure utilizzare le e-bike ma anche e soprattutto i monopattini elettrici, privati o in sharing. Ad oggi i monopattini elettrici rappresentano infatti il mezzo individuale di locomozione ideale soprattutto per la cosiddetta mobilità “dell’ultimo miglio”, perché possono essere comodamente trasportati nel bagagliaio dell’auto se dobbiamo recarci lontano, oppure portati ovunque con sé, anche a bordo dei mezzi pubblici, se viviamo in centro.

Prendendo come riferimento il sito di MediaWorld, di mezzi per la mobilità elettrica ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche, con prezzi che vanno da meno di 200 fino a 700 euro, e abbiamo selezionato per voi due modelli d’esempio:

VIVOBIKE VIVO E-SCOOTER S3

Il modello Vivobike Vivo e-scooter s3 è un monopattino elettrico che presenta robusto telaio in acciaio, in grado di assicurare una lunga durata nel tempo, ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di una soluzione affidabile e performante per muoversi in città. Questo modello è equipaggiato con un motore da 350W, che gli permette di toccare senza difficoltà i 25 km/h. Grazie a un peso di soli 12,5 kg una volta ripiegato, ha un ingombro di soli 105 x 25,9 cm, non crea quindi problemi a essere riposto anche all’interno del bagagliaio di una piccola utilitaria o in un angolo dell’ufficio.

NINEBOT SEGWAY KickScooter ES2

Il modello NINEBOT SEGWAY KickScooter ES2 è invece un monopattino elettrico il cui peso si aggira sempre sui 12,5 kg, estremamente maneggevole e confortevole sul suo utilizzo grazie anche all’ampia ruota anteriore ammortizzata, mentre il freno elettrico e quello meccanico (entrambi anti bloccaggio) garantiscono la riduzione dello spazio di frenata. Anche questo monopattino raggiunge i 25 Km/h di velocità senza alcuno sforzo o, per extra comodità, utilizza la funzione cruise control.

Grazie al facile sistema “one push” può essere piegato e riposto facilmente in auto o su qualsiasi mezzo di trasporto occupando il minimo spazio.

Qui potrete trovare tutti i modelli di monopattini elettrici presenti sul sito.

I parametri da considerare per scegliere un monopattino elettrico

Il parametro fondamentale da prendere in considerazione se si intende acquistarne uno è l’autonomia, che comunque un po’ per tutti i modelli risulta ampiamente sufficiente per gli spostamenti quotidiani in città. Di solito consentono di percorrere 25-30 km, ma i più performanti possono arrivare a ben 65 km.

La velocità massima è invece limitata a 25 km/h, come ha stabilito il recente “decreto micromobilità” che ne ha regolamentato l’uso: li può guidare chiunque abbia più di 14 anni (per i minorenni è d’obbligo il casco), possono circolare su tutte le strade urbane con limite fino a 50 km/h, sulle piste ciclabili (anche extraurbane) e anche sulle aree pedonali, a patto di non superare i 6 km/h, cioè procedere a passo d’uomo.

Anche pioggia e strade bagnate non sono un problema: alcuni modelli offrono un grado di impermeabilità più elevata di altri e non temono nemmeno i forti temporali, a seconda delle caratteristiche tecniche individuabili attraverso la certificazione IP da verificare nelle specifiche tecniche di ogni modello.

Un monopattino elettrico è inoltre molto facile da usare: di regola sul manubrio sono presenti i comandi di acceleratore e freno, più o meno come quelli di una bici o uno scooter. Un ulteriore vantaggio è la possibilità di ricaricarlo comodamente a casa attraverso una normale presa a 220V. La ricarica si completa in circa 4 ore, ma già dopo un paio d’ore la batteria è carica al 50%.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook