Milano e Torino danno il via alla sperimentazione della micromobilità elettrica

micromobilità elettrica

Monopattini e hoverboard: Torino e Milano sono pronte a sperimentare per un anno la cosiddetta micromobilità elettrica, ossia l’uso di monopattini e di veicoli simili, come segway, hoverboard e monowheel. La loro circolazione sarà concessa nelle aree pedonali a velocità ridotta, mentre resterà vietata su strade con il pavè e nelle corsie preferenziali.

Dopo l’emanazione del decreto da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti le due città hanno così dato avvio in contemporanea alla sperimentazione della micromobilità elettrica sul proprio territorio, ammessa solo per i maggiorenni e per i minorenni nel caso siano titolari di patente di categoria AM.

A Milano

Secondo quanto si legge dall’ordinanza del Comune di Milano, la circolazione dei monopattini e degli altri micro veicoli elettrici verrà consentita per ora nelle aree pedonali, purché la velocità del mezzo non superi i 6 chilometri orari, poi su piste e percorsi ciclabili e ciclopedonali e nelle Zone 30, con il limite di velocità di 20 chilometri orari, non appena sarà posta la segnaletica (circa 200 cartelli stradali).

Sono vietate le strade con la pavimentazione in sassi di fiume e le corsie preferenziali, anche se queste si trovano in Zone 30. Il decreto prevede che i dispositivi siano dotati di limitatore di velocità, mentre altre restrizioni riguardano le strade dove siano presenti le rotaie dei tram, a meno che esse non si trovino in una sede stradale separata, nelle aree di parcheggio a fondo cieco, nelle gallerie pedonali.

Per questi motivi verranno posti divieti specifici in alcuni tratti di queste strade: via Case Rotte, corso Di Porta Vittoria, via Orefici, via Disciplini, Gattamelata, largo Raffaele Mattioli, viale Duilio, via Campo Lodigiano, via Cordusio, via Porlezza, largo Maria Callas, via Dante, via Larga, via Melone, via Del Carmine, via e vicolo Ciovassino via Olmetto, via San Simpliciano, vicolo San Giovanni Sul Muro, via Carlo Ottavio Cornaggia, via Ripa Di Porta Ticinese (area stradale), via Giuseppe Mazzini, via Gaetano Giardino, via Spadari, via Victor Hugo, via Cesare Cantù, via Armorari, via Broletto, via Tommaso Grossi, via Santa Margherita, piazza Della Scala (fronte Teatro alla Scala), via San Giovanni sul Muro, via dell’Orso, via Arco, via Santa Maria delle Grazie.

La sanzione per chi non rispetterà le regole della sperimentazione sarà di 26,99 euro, che scenderà a 18,20 se si paga entro cinque giorni.

A Torino

Nel capoluogo piemontese, si dispone che i monopattini elettrici e dei segway potranno circolare nelle zone 30, nelle strade a velocità limitata a 30 km/h e nelle piste ciclabili e ciclopedonali.

Inoltre, monopattini e segway dovranno essere condotti solo da maggiorenni e minori in possesso della patente AM e potranno viaggiare alla velocità massima di 20 km orari. La sperimentazione, infine, per la quale è stato stabilito un periodo massimo di 24 mesi, partirà dopo il posizionamento della prevista segnaletica.

Leggi anche:

Germana Carillo

Triumph

Together we recycle: Triumph ricicla i capi usati in nome dell’ambiente

Salugea

Come depurare il fegato con gli estratti vegetali

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Germinal Bio

Dire addio alla plastica si può: l’esempio da seguire di Germinal Bio

tuvali
seguici su Facebook