Nuovo codice della strada 2019: ritiro della patente per chi guida con il cellulare, bici sulle corsie preferenziali. Tutte le novità 

nuovo codice della strada

Il codice della strada cambia. La nuova bozza è pronta ed è stata inviata a tutti i gruppi parlamentari. Già a maggio dovrebbe arrivare a Montecitorio. Tante le novità introdotte, dall’abolizione dell’obbligo dei fari di giorni alle multe ancora più salate per chi è sorpreso alla guida col cellulare.

Le nuove norme del codice della strada non sono ancora in vigore, dovranno ancora essere approvate dal Parlamento ma fanno immaginare tempi duri per chi oggi usa il telefonino e chi guida dopo aver fatto uso di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Si attendeva l’innalzamento del limite di velocità sulle autostrade a tre corsie così come il divieto di fumo alla guida. Si è parlato anche di introdurre la possibilità per le bici di andare contromano ma queste tre novità non hanno trovato posto nel Codice della strada 2019. È stata invece confermata la cancellazione dell’obbligo degli anabbaglianti di giorno per le auto fuori dai centri abitati.

Vediamo quali sono le altre novità, come cambierà da quest’anno e quali multe saranno inasprite.

Multe più salate per chi guida usando il telefono

Un punto su cui M5S e Lega non hanno avuto dubbi è stato l’inasprimento delle sanzioni per chi viene sorpreso alla guida utilizzando

“smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante”.

In questo caso, le multe non saranno più da 161 a 467 euro, ma “da euro 422 ad euro 1.697 e sospensione della patente di guida da sette giorni a due mesi”. Inoltre, se si commette la stessa infrazione nei due anni successivi, si va incontro a una multa “da euro 644 ad euro 2.588” e in più alla sospensione della patente di guida da uno a tre mesi e alla decurtazione dei punti patente che passa da 5 a 10 punti.

Aumentano i controlli sull’uso di sostanze stupefacenti

L’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope potrà essere dimostrato anche col prelievo di saliva effettuato presso laboratori mobili. Chi si rifiuta di sottoporsi all’accertamento rischia una multa da 422 a 1.697 euro.

Tra le altre novità anche la possibilità di far circolare i maggiorenni con i ciclomotori 125 in autostrada. Inoltre, per la prima volta saranno normati monopattini, skate e hoverboard, e le moto elettriche potranno andare in autostrada.

Portabici sui bus e veicoli speciali

Nelle nuove norme è previsto l’utilizzo di strutture portabiciclette sugli autobus da noleggio. Sono esentati dal pagamento del pedaggio in autostrada i veicoli con targa Cri, i veicoli dei servizi di trasporto e soccorso sanitario, quelli della protezione civile e delle organizzazioni di volontariato. Inoltre, è prevista l’esenzione dal pagamento del bollo per i veicoli storici.

Novità per i ciclisti

Le bici potranno circolare sulle strade adibite a servizi pubblici di trasporto ossia sulle corsie preferenziali destinate ai bus e ai taxi ma i ciclisti non potranno guidare contro il senso di marcia. Inoltre verrà introdotta la linea di arresto avanzata davanti ai semafori e agli incroci lungo le strade con velocità consentita inferiore o eguale a 50 km/h. Tale liena verrà posizionata a 3 metri rispetto alla linea di arresto degli altri veicoli.

Parcheggi rosa

Novità anche sul fronte dei parcheggi rosa, già oggi gratis per le donne in gravidanza. Nel nuovo codice della strada essi sono validi anche per chi trasporta un figlio fino all’anno di età.

Multe più salate per la sosta negli spazi destinati ai disabili

Il nuovo testo prevede un inasprimento della multe attuali, da un minimo di 161 a un massimo di 647 € e quattro punti in meno dalla patente (oggi sono 85 € e 2 punti) per chi parcheggia sugli spazi riservati ai disabili o sui marciapiedi. Due punti in meno dalla patente per chi sosta negli spazi riservati alla ricarica dei veicoli elettrici.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Florena Fermented Skincare

Cosmetici naturali fermentati: cosa sono e perché sono così efficaci per la cura del viso

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Seguici su Instagram
seguici su Facebook