©Ansa

Bollo auto 2021 e patenti scadute, le nuove proroghe

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo stato di emergenza dovuto all’emergenza Covid-19 si protrarrà fino al 30 aprile 2021 (salvo ulteriori proroghe), per cui slittano ulteriormente in avanti, come già accaduto nel 2020, le scadenze delle patenti e per il pagamento del bollo auto 2021.

Il Ministero dei Trasporti ha fatto sapere che le patenti di guida italiane con scadenza compresa tra 31 gennaio 2020 e 30 aprile 2021 saranno valide fino al 29 luglio 2021, cioè fino a 90 giorni dopo la cessazione dello stato di emergenza sanitaria, attualmente fissata per l’appunto al 30 aprile 2021.

Se utilizzate come documenti di riconoscimento, le patenti italiane con scadenza tra 31 gennaio 2020 e 29 aprile 2021 sono valide in Italia fino al 30 aprile 2021, mentre all’estero fino alla data di scadenza indicata nel documento.

Per guidare negli altri stati della UE con patente italiana resta in vigore la norma comunitaria secondo la quale i documenti con scadenza tra 1 febbraio e 31 agosto 2020 sono validi per i sette mesi dopo la scadenza.

Chi non ha ancora conseguito la patente può anche beneficiare delle proroghe per gli esami e di validità del foglio rosa: chi ha presentato la domanda per il conseguimento della patente tra il 1 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020 può svolgere la prova di teoria entro un anno dalla data di presentazione e accettazione della domanda e non entro sei mesi come in precedenza.

La validità dei fogli rosa in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 30 aprile 2021 viene estesa fino 29 luglio 2021, cioè fino a 90 giorni dopo la cessazione dello stato di emergenza sanitaria, come detto attualmente fissata al 30 aprile 2021.

Bollo auto 2021: cosa cambia

Per quanto riguarda la tassa automobilistica per l’anno 2021, non ci sono grosse novità, tranne che per qualche regione che ha deciso di prorogare il termine per il pagamento che, come regola generale va pagato entro la fine del mese successivo a quello in cui scade per non incorrere nelle sanzioni.

In Campania la scadenza per la regolarizzazione dei bolli in scadenza tra il 19 gennaio e il 30 aprile 2021 è stata estesa al 31 maggio 2021. Pertanto si potrà circolare in regola fino a quella data.

La regione Veneto ha previsto la sospensione dei bolli che scadono tra il 1 gennaio e il 30 maggio 2021, stabilendo come termine per la regolarizzazione la data del 31 giugno 2021.

In Emilia Romagna il pagamento del bollo in scadenza tra il 1 dicembre 2020 e il 31 gennaio è stato sospeso in dicembre con proroga fissata al 31 marzo 2021. Però per le auto di nuova immatricolazione targate tra tra il 22 dicembre 2020 e il 21 gennaio 2021 il pagamento doveva essere effettuato entro l’ultimo giorno di gennaio 2021. Il bollo per gli autoveicoli immatricolati dal 22 gennaio 2021 al 31 gennaio 2021 va invece pagato entro il 28 febbraio 2021.

Sconto del 10% con il “cashback”

Oltre alle sospensioni non sono previste particolari agevolazioni, ma attraverso il meccanismo del cashback chi ha aderito può usufruire di uno sconto del 10% fino a 15 euro se paga con carta di pagamento in un esercizio fisico (delegazioni Aci, uffici postali, e ricevitorie Sisal e Lottomatica, Satispay etc.), a patto di collezionare 50 transazioni con pagamenti elettronici entro il 30 giugno 2021.

LEGGI anche:

Bonus Cashback e Supercashback: come ottenere 150 e 1.500 euro ogni semestre

Covid, il 23 gennaio di un anno fa la Cina decideva per la quarantena. Sembra ieri (oppure un’eternità)

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureato in Comunicazione all'Università di Siena e giornalista dal 1995, ha un'esperienza pluriennale come redattore automotive. Ha lavorato per riviste, TV e testate online specializzate di diffusione nazionale. Su greenMe.it si occupa di mobilità sostenibile e auto ecologiche
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook