VENTO Bici Tour: due week end all’insegna della pedalata collettiva nella pista ciclabile più lunga d’Italia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cicloturismo: quella che sarà la pista cicloturistica più lunga d’Italia è al centro della sesta edizione di VENTO Bici Tour 2018, due weekend di pedalate collettive e di incontri lungo il tracciato della futura pista ciclabile che da Venezia porterà a Torino.

Tutti in sella, quindi, da Torino a Pavia dal 25 al 27 maggio e da Mantova a Venezia dall’1 al 3 giugno, la prima giornata mondiale dedicata dall’ONU alla bicicletta. Lo scopo? Godere di meravigliosi paesaggi, diffondere la cultura della mobilità dolce e fare il punto sul progetto della futura dorsale cicloturistica più lunga della Penisola, oltre a comprendere il grande valore delle ciclabili turistiche e i vantaggi per i territori attraversati.

VenTOVenTO (VeneziaTorino) sarà di fatto un corridoio ciclabile interamente percorribile da Venezia a Torino lungo un percorso di circa 679 chilometri che darà soluzione di continuità alla percorribilità degli argini del Po attraversando Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Si tratta di un progetto del Politecnico di Milano che vedrà coinvolte 4 regioni (Piemonte, Lombardia, Emilia e Veneto) e 12 province del Nord Italia, tra cui Milano, Piacenza, Parma e Ferrara.

foto vento bici touralessandro giacomel 07 1Vento-bici-tour ©alessandro-giacomel

Il Tour si pone anche l’obiettivo di incontrare cittadini, imprese, associazioni, amministratori e tecnici ai quali far conoscere il progetto e proporre un modello di sviluppo concreto con il quale generare lavoro duraturo in quelle aree del Paese.

È l’occasione buona, dicono gli organizzatori, anche per mostrare che esiste un altro modo di governare la spesa pubblica investendo in infrastrutture leggere che mettano in moto il turismo e tante attività legate a quel che di meglio il nostro paese sa offrire, come cibo, accoglienza, paesaggio, innovazione, impresa, diversità, agricoltura, tradizioni.

Vento pista

L’occasione buona, dunque, perché alla famigerata crisi si risponda con un innovativo spirito cooperativo e imprenditoriale che si basi su progetti di rigenerazione territoriale e sulla volontà di far leva su un futuro green. Prendere ad esempio il progetto VENTO? Magari! Un modello possibile non solo lungo il Po, ma anche nel resto d’Italia dove si può generare lavoro e, perché no, benessere e felicità a partire semplicemente dalle risorse che il territorio offre.

Qui trovate tutto il programma di VENTO Bici Tour 2018.

Per partecipare alle giornate di pedalata collettiva è necessaria l’iscrizione. È possibile iscriversi a una giornata, a 2 giornate, a un weekend o a entrambi i weekend. Sono previsti sconti per gli studenti del Politecnico di Milano e per le famiglie. Qui trovate tutte le informazioni, i costi e la mappa.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook