Dal Vajont ai pesticidi del prosecco: il Veneto in bici come non lo hai mai visto, sulle tracce dei più grandi disastri ambientali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dalla diga del Vajont alle Colline del Prosecco piene di pesticidi, prende il via una lunga pedalata in bici attraverso un itinerario di 300 km in 10 tappe che porterà i ciclisti fra i luoghi dei più grandi disastri ecologici del Veneto. 

Dal 18 al 27 giugno 2021 parte il Decrescita Felice Bike Tour 2021, un percorso davvero insolito ma fondamentale per amanti delle due ruote, organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Altri Mondi Bike Tour. Giunto alla sua sesta edizione, il Bike Tour raggiunge per la prima volta il Nord-Est e più precisamente il Veneto, dopo aver già toccato varie regioni italiane durante le passate edizioni: Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Lazio, Campania, Marche, Umbria, Toscana, Abruzzo, Piemonte e Liguria.

Quest’anno è toccato al Veneto. I ciclisti partiranno dai paesi fantasma di Erto e Casso attraversando la pianura padano-veneta, in un tragitto che li porterà a Venezia e infine a Padova, meta finale del viaggio. In tutto saranno 5 giorni di pedalate e altrettanti di incontri sui territori, tra visite e spettacoli teatrali.

Quest’anno più che mai viaggeremo attraverso i simboli dello sviluppo impattante che ha caratterizzato gli ultimi decenni, in una regione segnata da progetti idroelettrici come la diga del Vajont, dall’inquinamento da pesticidi nelle colline del Prosecco e dall’impatto dell’industria chimica nel polo di Marghera. Toccheremo con mano l’effetto dell’espansione incontrollata dei centri urbani e quello delle grandi infrastrutture come la Pedemontana e il MOSE, spiega Karl Krahmer, del Movimento per la Decrescita Felice.

Spiegano però gli organizzatori che il Bike Tour non sarà solo un viaggio nella galleria degli orrori, ma offrirà anche la possibilità di conoscere e apprezzare le tante buone pratiche e i progetti virtuosi che animano il territorio.

Piccole aziende sostenibili, iniziative comunitarie e a misura umana e dell’ambiente, momenti di arte e cultura punteggiano le dieci tappe dell’itinerario conosceremo persone e comunità che si impegnano ogni giorno per costruire un altro modello di convivenza e di sviluppo, in armonia con gli ecosistemi e nel rispetto delle differenze, conclude Krahmer.

bici Veneto

@Decrescita Felice

Per partecipare è necessario iscriversi. QUI il link per effettuare l’iscrizione

Fonti di riferimento: Decrescita felice

LEGGI anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook