Taga, la bicicletta che è anche passeggino

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Andare in bici spingendo la carrozzina del vostro bebé. Perché no? Non stupitevi, è davvero possibile grazie alle ultime soluzioni offerte nel settore degli Urban Vehicles. Per chi non si separa mai dalla propria bici e dal proprio pargolo, è già pronta e diffusa una soluzione intelligente, e soprattutto ecologica.

Un veicolo, se così possiamo chiamarlo, a metà tra la bicicletta (a tre ruote) e un passeggino per bimbo. Da Zigo all’olandese Taga, sono ormai numerosi i modelli in commercio.

E se decidiamo di parcheggiare la bici ed andare a piedi, come fare con il pupo? Nessun problema. All’occorrenza, il passeggino integrato alla speciale bici, può essere staccato ed essere utilizzato separatamente e con poche semplici mosse.

In soli 30 secondi, in particolare, il Passeggino Bici Zigo si smonta e rimonta in base alle necessità, trasformandosi in due “veicoli” del tutto indipendenti: il passeggino Zigo ChildPod e la bici Zigo.

E la sicurezza? Da buoni genitori, non possiamo che porla all’apice delle nostre scelte. Ma secondo i produttori grazie ai sistemi di frenata ed in particolare al sistema Leader Link, viene trasmessa la sterzata della bici alle ruote posteriori del passeggino, assicurando una frenata decisa.

Grazie alle tre ruote, inoltre, la bici-passeggino offre anche una maggiore stabilità e consente di fermarsi senza la necessità di appoggiare i piedi a terra.

Forse il prezzo è un po’ altino, visto che il Taga si aggira attorno ai 1500 euro. Ma per una bici così, molti di noi saranno disposti ad affrontare la spesa. Sperando che presto nel nostro paese siano intensificate le piste ciclabili.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook