Dalla Scozia alla Grecia in bici per raggiungere la famiglia durante la pandemia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Kleon Papadimitriou voleva trascorrere l’estate con la sua famiglia ma le restrizioni di viaggio, anche dopo la vera e propria fase di lockdown, impedivano ancora agli aerei internazionali di partire o comunque li ritardavano. Il ragazzo però non si è scoraggiato ma, al contrario, ha deciso di raggiungere lo stesso la sua famiglia. Come? In bicicletta percorrendo oltre 3000 chilometri dalla Scozia alla Grecia.

Era tanta la voglia di tornare dalla sua famiglia che non si è fermato neppure difronte alla difficoltà di non poter raggiungerla comodamente e velocemente in aereo. Kleon, uno studente greco di 20 anni che frequenta la facoltà di ingegneria elettronica all’Università di Aberdeen in Scozia, ha preso la bicicletta, una tenda e cibo in scatola e ha percorso la distanza lunghissima che lo separava da casa (più di 3000 chilometri).

Con entusiasmo e coraggio ha in pratica escogitato un modo diverso di raggiungere la Grecia e la sua famiglia.

“È iniziato come uno scherzo, ma poiché mi piacciono le ‘avventure’ di questo tipo, ho iniziato a studiare se ciò fosse possibile”, ha dichiarato il giovane ateniese all’Athens-Macedonian News Agency (AMNA).

Ed effettivamente l’impresa era realizzabile: Kleon è partito il 10 maggio portando con sé un carico di 30 chilogrammi e, attraversando il Regno Unito, i Paesi Bassi, la Germania e l’Austria, è arrivato in Italia.

Dal nostro paese è salito a bordo di una barca per Patrasso e da lì ha proseguito per Atene, dove la sua famiglia e i suoi amici lo aspettavano con ansia nel quartiere di Melissia, a nord della capitale greca, con un grande striscione dove si leggeva: “Benvenuto a casa Kleon: un’altra sfida vinta!“.

Kleon Papadimitriou 2

© AMLA

Tutto questo è avvenuto dopo 48 giorni di viaggio. Il ragazzo ha raccontato che si è trattata di un’esperienza molto intensa durante la quale ha avuto tutto il sostegno della sua famiglia.

Ha mangiato quasi sempre pane, burro di arachidi e sardine, incontrato grandine e neve, ma anche un caldo intenso mentre attraversava l’Europa. Non è stato tanto il clima, però, a metterlo duramente alla prova quanto i problemi con la bicicletta:

“A volte la gomma della bicicletta esplodeva due o tre volte al giorno, e questo non solo mi costava molto tempo, ma non era neanche buono per il mio morale. È stata una lezione che ho dovuto imparare a gestire” ha dichiarato Kleon.

“Ero un po ‘dolorante in sella ma ne è valsa la pena”, ha aggiunto.

E dopo questo incredibile viaggio, Kleon è ora in cerca di qualcuno che lo accompagni, sempre in bicicletta, in un percorso lungo la costa orientale a partire da Venezia.

Una nuova avventura lo aspetta!

Fonte: Greek reporter 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook