Dall’Abruzzo alla Puglia in bici o a piedi: il Regio Tratturo tornerà a rivivere!

Parco Abruzzo Molise

È al centro di una nuova idea progettuale una pista ciclo-pedonabile sulla cosiddetta “autostrada degli ovini” che potrebbe collegare l’Abruzzo con la Puglia

Ripristinare il Tratturo Regio e convertirlo in un tracciato percorribile a piedi e in bicicletta: 244 chilometri da L’Aquila a Foggia, dal Gran Sasso al Tavoliere, potrebbero collegare Abruzzo e Puglia, passando per il Molise, in un meraviglioso percorso tra gli Appennini.

È l’idea alla base di uno studio di fattibilità firmato tra l’Università dell’Aquila, Dipartimento di Ingegneria, e il Centro Sportivo Educativo Nazionale (Csen) su progetto sviluppato dal giornalista aquilano Fulgo Graziosi, componente nazionale del Csen.

L’ateneo tradurrà entro qualche mese in un piano di fattibilità l’idea progettuale, collegando i soggetti coinvolti dal progetto, partendo dalle tre regioni che il Tratturo Magno attraversa, Abruzzo, Molise e Puglia.

Non si tratterà solo di una pista ciclabile: la strada tracciata un tempo dai pastori che dalle zone montane abruzzesi in inverno si spostavano verso i climi più miti e i pascoli più ricchi del Tavoliere delle Puglie, ora potrebbe ospitare diverse attività, come ciclovie, piste pedonali, ippovie e piste per ciclocross. E non solo: gli ideatori pensano anche a servizi igienici e a stazioni di ricovero e ristorazione, recuperando le vecchie strutture che i pastori avevano realizzato lungo il tragitto per il rimessaggio delle greggi, e suddividendo l’intero percorso a tappe.

Insomma, che bello sarebbe pedalare verso sud sulle orme dei pastori. Speriamo che il progetto venga presto realizzato!

Leggi anche

Germana Carillo

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook