La bicicletta non è nemica della prostata: nessun rischio infertilità o disfunzione erettile

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Andare frequentemente in bici potrebbe far male in qualche modo all’apparato urogenitale favorendo disfunzione erettile, infertilità o tumore alla prostata? Secondo un nuovo studio questa credenza comune sarebbe in realtà un mito da sfatare, soprattutto nei primi due casi.

La ricerca è stata condotta dall’University College di Londra e pubblicata sul Journal of Men’s Health. Il campione analizzato era composto da 5.300 ciclisti tra i 16 e gli 88 anni che trascorrevano abitualmente dalle 3 alle 9 ore a settimana in sella alla loro bicicletta.

I risultati hanno mostrato che anche chi trascorreva molte ore in bici non aveva più probabilità di sviluppare problemi di disfunzione erettile o infertilità, fattori di rischio più seri in questo senso si sono mostrati invece pressione alta, fumo ed essere over 60.

Leggermente più alto invece il rischio di tumore alla prostata nel campione analizzato (ma solo se sopra i 50 anni) che trascorreva in bici più di 4 ore alla settimana. Secondo i ricercatori però “sebbene pare che molte ore sulla bici facciano crescere il livello di Psa (l’antigene specifico prostatico che indica la presenza d’infiammazioni dell’organo) servono ulteriori conferme e più approfondite analisi per capire se il lieve rischio di cancro emerso non sia dovuto ad altri fattori, primo fra tutti l’età, visto che il tumore alla prostata è il più frequente fra i maschi”.

Via libera dunque a lunghe corse in bicicletta, tra l’altro come ha sottolineato Michele Gallucci, responsabile di Urologia dell’Istituto Tumori Regina Elena di Roma: “La bicicletta fa benissimo alla zona pelvica perché attraverso la pompa muscolare delle gambe viene attivata la circolazione venosa”.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

– Andare al lavoro in bici: ecco il segreto per mantenersi in forma e in salute

– Ecco quanto si guadagna a sostituire l’auto con la bicicletta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook