©Jaromir Chalabala/123rf

Le BioVie prendono forma: come sarà la bicipolitana che collegherà Roma ai Castelli Romani

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il progetto a favore della mobilità sostenibile coinvolge i comuni di Albano Laziale, Ciampino, Grottaferrata e Marino, oltre ai Municipi VI e VII del Comune di Roma.

Una vera e propria bicipolitana sta per nascere nella Regione Lazio. Grazie a BioVie, un progetto a favore della mobilità sostenibile, i cittadini potranno spostarsi in totale sicurezza su due ruote e a costo zero tra Roma e i Castelli Romani, permettendo così anche la riduzione dei livelli di inquinamento ambientale e incrementando ancora di più la bellezza del territorio.

Il progetto coinvolge un bacino di utenza di circa 700.000 abitanti e prevede la realizzazione di percorsi ciclabili che collegheranno i comuni di Albano Laziale, Ciampino, Grottaferrata, Marino e i Municipi VI e VII del Comune di Roma Capitale.

Secondo quanto annunciato durante l’ultimo webinar del progetto in cui si sono riuniti gli stakeholder, compresi i soggetti istituzionali, il primo tratto a vedere la luce sarà la BioVia Santa Maria delle Mole (Marino) – Stazione di Ciampino – Cinecittà (Metro A Roma).

BioVie è un piano integrato per sviluppare la mobilità e i trasporti intelligenti e verdi con l’obbiettivo di migliorare l’accessibilità ai luoghi e ai servizi, e di sensibilizzare e informare i cittadini su come questo progetto sia una grande opportunità per migliorare la vivibilità, garantendo allo stesso tempo sicurezza e spazi liberi dal traffico motorizzato.

Oltre a questo, il piano ha un grande potenziale per creare nuove opportunità a favore del turismo sostenibile e di supportare la diffusione della cultura dei principi della mobilità sostenibile, non solo nelle scuole del territorio, ma anche in altri punti strategici come centri di lavoro o punti turistici.

Il programma europeo Intelligent Cities Challange – ICC

Biovie partecipa al programma europeo Intelligent Cities Challenge e si propone di contribuire all’implementazione-sperimentazione delle strategie per un Piano di Mobilità Urbana Sostenibile. Infatti definirà le linee guida per creare una rete di hub della mobilità in diverse zone dell’area metropolitana romana. Ciò consentirà e promuoverà la multimodalità su piccola scala e il trasporto sostenibile.

Le scuole del territorio, insieme ad altri stakeholder locali, saranno gli attori chiave nel processo di pianificazione per soddisfare la domanda di mobilità di studenti, lavoratori e turisti. Proprio in questa direzione va anche il coinvolgimento degli studenti della Sapienza di Roma per la progettazione dei percorsi ciclabili e l’identità visiva del progetto.

La bicicletta si impone sempre di più come la miglior soluzione per la mobilità di cui le nostre città hanno bisogno. Questo progetto porterà un cambiamento necessario, utile per costruire una società migliore, e a favore dell’ambiente.

FONTE: Città metropolitana di Roma Capitale / ICC / Comune di Ciampino

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.
Speciale Creme Solari

Creme solari: come sceglierle e a cosa fare attenzione

eBay

Work out: i migliori attrezzi per allenare a casa tutti i muscoli

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook