In Francia i ciclisti potranno passare col rosso (#salvaiciclisti)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mentre in Italia ed Inghilterra prosegue la campagna per una maggiore sicurezza dei ciclisti (#salvaiciclisti) in Francia le biciclette potranno passare col semaforo rosso. Fino ad ora, chi si trovava alla guida di una bicicletta era soggetto alle stesse regole stradali imposte ai conducenti di automobili, ma di recente Oltralpe è stato decretato che per i ciclisti sarà presto possibile attraversare con il rosso alcuni incroci.

Ciò renderebbe le strade più sicure poiché eviterebbe ai ciclisti di dover frenare di colpo di fronte al segnale luminoso di stop, concedendo loro la possibilità di rallentare semplicemente la velocità di marcia, naturalmente ponendo comunque attenzione alla presenza di auto in movimento lungo la strada che si apprestano ad attraversare.

Il nuovo regolamento è al momento applicato a soli quindici incroci presenti nella città di Parigi. Durante questo primo periodo di prova e in seguito, ai ciclisti sarà permesso attraversare con il rosso solamente dopo aver dato la precedenza ai pedoni e ad altri mezzi in procinto di sopraggiungere dalla direzione opposta, in modo che la sicurezza stradale di ognuno rimanga in ogni caso garantita, prima di tutto grazie al buon senso dei ciclisti stessi.

I legislatori che si sono impegnati nella stesura del decreto, come riporta il Telegraph, hanno tenuto conto di come di frequente un attraversamento effettuato contemporaneamente da un gruppo consistente di ciclisti, che si muoveranno all’unisono al momento dello scattare del verde, possa dare adito ad incidenti stradali. Il permesso di attraversare con il rosso era stato precedentemente accordato, sempre in fase sperimentale, in altre città francesi, come Nantes, Strasburgoe Bordeaux, nelle quali il numero di incidenti non sarebbe cresciuto nel lasso di tempo di applicazione del nuovo regolamento di prova.

I ciclisti francesi che hanno potuto sperimentare l’ebbrezza di attraversare con il rosso senza il rischio di subire una multa hanno dichiarato di essere finalmente riusciti a diminuire i tempi necessari per percorrere le strade cittadine più interessate dalla presenza di semafori.

Nell’attesa di poter assistere anche in Italia, magari in un futuro non troppo lontano, all’attivazione di semafori preferenziali per i ciclisti, tra le tante mosse volte a promuovere la mobilità sostenibile, in Francia si prova dunque a contare sul buon senso degli utenti della strada al fine di garantire una diminuzione degli incidenti in città, promuovendo il rispetto dell’altro e delle regole innanzitutto. Una simile iniziativa avrebbe successo nel nostro Paese? Restiamo in attesa di conoscere il parere dei nostri lettori.

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook