Borracce di poesia: i versi, ora, viaggiano su due ruote!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Versi poetici che viaggiano su due ruote: è questa l’idea di Alessandro Ricci, giornalista free-lance di 35 anni, che ha dato vita al progetto Borracce di poesia. A contenerli sono le coloratissime borracce che solitamente dissetano i ciclisti: un’unione tra biciclette e poesia che viene portata in giro in appuntamenti dedicati a questo tipo di mobilità alternativa.

Nelle letture pubbliche, l’autore legge le sue quartine, trasportate all’interno di una bisaccia presa in Turchia; il pubblico può ascoltare, leggere a sua volta, o improvvisare un componimento col giovane ciclopoeta pescarese. Tutto ciò è avvenuto, per esempio, a Ciclomundi – Festival nazionale del viaggio in bicicletta (Portogruaro, settembre 2007), ma anche a Siena terra di libri con gli Amici della bicicletta (novembre 2007) o al Primo raduno nazionale CAI di cicloescursionismo (18-19 ottobre, Parco dell’Aveto, Borzonasca – GE). Le Borracce di poesia sono state inoltre promotrici dell’evento Scatti ciclabili a Pescara in compagnia dei Versi ciclabili di Matteo Pelliti e delle foto di M. Giulia Berardi (20 giugno 2009).

Ma non è tutto. Borracce di poesia non è solo letture di versi che parlano del mondo visto da una bici, ma è anche arte urbana, che decora gli spazi in cui le stesse bici vivono. E così ci può capitare di vedere queste quartine stampate su targhe o adesivi che abbelliscono le piste ciclabili, le bici del bike sharing e dei ciclo-turisti o le rastrelliere del Comune di Pescara.

DSC_0096

Il progetto è rivolto a enti, associazioni, soggetti pubblici e privati, ciclisti urbani: tutti quelli che, insomma, quotidianamente compiono un passo verso la mobilità sostenibile. Le città che aderiscono in qualsiasi modo all’idea, entrano inoltre a far parte del circuito “Città Borracce di poesia”, un vero e proprio brand che contraddistingue quei luoghi e quelle amministrazioni impegnate nella promozione dell’uso delle due ruote.

Un modo innovativo per raccontare come cambiano le città e come esistano una marea di persone pronte a riappropriarsi dei propri spazi urbani stando attenti all’ambiente e alla qualità degli spostamenti.

Eleonora Cresci

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook