Bonus mobilità: rimborsi a partire dal 3 novembre. Tutte le cose da sapere per ottenerlo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Bonus mobilità, l’applicazione per richiederlo sarà arriva da novembre. A renderlo noto è stato il Ministero dell’ambiente. Secondo l’ultima conferma pubblicata oggi nella pagina dedicata, richiedere il buono o il rimborso per gli acquisti già effettuati sarà possibile dal 3 novembre.

Da quel giorno dunque sarà necessario registrarsi sull’applicazione web dedicata al “Programma Sperimentale Buono Mobilità 2020”. Diverse invece le date per

“i soggetti che erogano servizi di mobilità condivisa a uso individuale, esclusi quelli mediante autovetture, le imprese e gli esercizi commerciali che vendono biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica”

che invece potranno possono accreditarsi sull’applicazione web a partire dal 19 ottobre, ossia a partire dal quarantacinquesimo giorno dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Precisa inoltre il Ministero che chi ha già acquistato la bici e chi lo farà fino al giorno prima dell’attivazione dell’applicazione potrà richiedere il rimborso. Invece chi effettuerà l’aqcuisto dopo tale data otterrà il buono da esibire poi al negoziante. I buoni di spesa devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla generazione, pena l’annullamento.

Il 5 settembre la pubblicazione in GU

Dopo il via libera della Corte dei Conti, sabato 5 settembre 2020 è stato finalmente pubblicato in Gazzetta e da quella data sono scattati i 60 giorni necessari al completamento del portale che permetterà di utilizzare i fondi stanziati, quasi raddoppiati a 210 milioni di euro contro i 120 milioni inizialment previsti, con l’intento di “non lasciare nessuno indietro”. Slittano ancora i tempi dei rimborsi, dunque, promessi per fine agosto, ma ad oggi almeno si ha la certezza che i fondi ci saranno per tutti o quasi.

A comunicarlo era stato il ministro Sergio Costa sul suo profilo facebook in cui chiedeva ulteriore pazienza al fine di riuscire a soddisfare tutti quelli che hanno acquistato o lo faranno una bicicletta, un monopattino o altro mezzo di trasporto individuale previsto.

Ricordiamo che il rimborso avverrà per il 60% del costo sostenuto per l’acquisto caricando la fattura o lo scontrino parlante. In attesa della messa online del portale per usufruire dell’incentivo è possibile procurarsi per chi ancora non lo abbia fatto lo SPID personale.

Sul bonus mobilità ti potrebbe interessare anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook