Bike Sharing: a Padova arrivano le pensiline fotovoltaiche per le bici elettriche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
A pedali, la mobilità è già sostenibile. Se la pedalata è assistita, la “due ruote” può garantire una fascia ancora più ampia di utilizzo. E se, per unire l’utile al dilettevole, la ricarica della bicicletta a pedalata assistita avviene per mezzo di pannelli fotovoltaiciVoilà, oltre a non inquinare si risparmia in energia elettrica.

È il progetto ideato, a Padova, dalla Fondazione Fenice, una realtà nata nel 2005 dal Consorzio della Zona Industriale di Padova e dagli scout del Corpo nazionale Giovani esploratori italiani, per promuovere la didattica ambientale e lo sviluppo di sistemi ecocompatibili.

Il piano, presentato nell’ultimo bando del POR (Piano Operativo Regionale) avviato dalla Regione Veneto, prevede l’installazione di tre pensiline fotovoltaiche da 7 kW, da posizionare su altrettanti punti strategici del territorio comunale, per la ricarica di 16 biciclette a pedalata assistita secondo il sistema del Bike sharing elettrico”.

I “mezzi” portano il marchio di fabbrica italiano: sono, infatti, costruiti dalla veneta Italwin, e si avvalgono di un sistema di monitoraggio attraverso un sistema Gps, che permetterà di conoscere la posizione di ogni veicolo, le sue condizioni e la presenza delle colonnine per la ricarica.

In più, la volontà dell‘amministrazione padovana è anche rivolta alla realizzazione di due ponti ciclo – pedonali per offrire un nuovo efficace sistema di viabilità cittadina dedicata alle “due ruote”, e che potrà essere attraversato anche dalle bici a pedalata assistita.

passerellasangregorio

Il primo dei due ponti, accessibile da via Boccaccio, attraverserà il Canale di San Gregorio in corrispondenza del Parco delle Energie Rinnovabili Fenice; il secondo congiungerà il Parco Fenice con il Parco comunale del Roncajette”, spiega il vicesindaco di Padova, Ivo Rossi, indicando che questo percorso è destinato ad integrarsi nel Piano provinciale delle Piste ciclabili, in maniera da allungare l’itinerario dell’anello fluviale di Padova dalla zona industriale del capoluogo alla Riviera del Brenta e dal centro città ai Colli Euganei.

Piergiorgio Pescarolo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook