Incentivi_biciclette_lista_modelli_e_rivenditoriSono partiti ufficialmente oggi i nuovi incentivi per l'acquisto di una bicicletta. Dopo le varie peripezie degli ultimi mesi, ci siamo! Sul sito del Ministero dell'Ambiente è stato finalmente pubblicato il listino aggiornato (scaricabile in pdf) con tutti i modelli di biciclette elettriche e a pedalata assistita (ma anche bici semplici) autorizzati, con il relativo prezzo e sconto a cui hanno diritto.

Ricordiamo che il bonus promesso dal Ministro Prestigiacomo all'ECMA 2009 è pari al 30% del prezzo del modello scelto fino ad un massimo di € 200 che arriva a € 450 nel caso di una pedelec.


Sono soggette ai finanziamenti soltanto le bici dei costruttori certificati dall'ANCMA (Associazione Nazionale Cicli Motocicli e Accessori) o dalla CEI-CIVES (Commissione Italiana Veicoli Elettrici Strada) venduti presso i rivenditori autorizzati. Per trovare quello più vicino a casa nostra, è stata predisposta, nel nuovo sito messo allestito per gestire al meglio questa campagna di incentivi, una sezione dedicata con un wizard di ricerca in grado di fornire la lista completa dei punti vendita o dei marchi certificati, inserendo semplicemente la provincia o il modello che ci interessa. Noi lo abbiamo testato stamattina, ed effettivamente dobbiamo constatare che il sistema funziona ed è molto più efficiente di quello messo a disposizione a maggio (anche se visti gli epiloghi della scorsa volta, non ci voleva poi troppo a fare di meglio).

Trovato il rivenditore e la bici che fa per voi, non c'è nessun'altra formalità da sbrigare, se non quella di fornire al negoziante, al momento dell'acquisto, i propri dati anagrafici e copia del documento d'identità. Per chi volesse andare ancora più preparato e semplificare la vita ai rivenditori, può anche scaricare il modulo predisposto dal sito, compilarlo in modo leggibile e presentarsi direttamente con quello.

In base all'accordo siglato tra il Minstero, l'ANCMA e CEI/CIVES entrato in vigore oggi, non è possibile beneficiare nello stesso anno solare, di più di un incentivo. Questo vuol dire che almeno fino a dicembre, ognuno ha a disposizione un solo bonus da sfruttare, indipendentemente dal prodotto acquistato sia esso una bici, un ciclo a pedalata assistita o un ciclomotore ibrido.

Con gli 8 milioni di euro circa stanziati, il Ministero dell'Ambiente conta di "coronare il sogno di possedere una fiammante e moderna bicicletta" per circa 50.000 italiani, con l'obiettivo di superare il record di ventimila biciclette vendute in 10 giorni.

Ed, infatti, i primi dati emanati dal Ministero, confermano che il sito è stato preso d'assalto con in media un click ogni 2 secondi. Solo nella mattinata di oggi sono state acquistate oltre 7000 mila biciclette, per un importo complessivo di circa un milione di Euro e una media di 150 € a bonus. Il 70% degli acquisti è avvenuto al nord, il 13 % al centro mentre il restante  l'17% al sud e isole.

"I primi dati confermano lo straordinario interesse degli italiani per le due ruote - commenta soddisfatta Stefania Prestigiacomo - Avevamo visto giusto quando abbiamo deciso di rifinanziare gli incentivi. Si tratta di uno strumento che incentiva la mobilità a impatto zero per l'ambiente e promuove stili di vita sani, oltre a sostenere un comparto produttivo che a buon diritto può dirsi di green economy. Spero che questa eccezionale "voglia di bici" induca anche gli enti locali ad incrementare i progetti per le piste ciclabili nelle città per rendere le bici sempre più una alternativa ecologica all'automobile".

La corsa per rientrare nei fortunati beneficiari è cominciata! Buona fortuna e buona bici a tutti!

Simona Falasca



I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog