ecoincentivi_biciclettePigri di tutt'Italia non avete più scuse! Chi rimandava di giorno in giorno l'acquisto di una nuova bici pensando che prima o poi sarebbe arrivata l'occasione giusta, ha finito di procrastinare. Sono, infatti, entrati ufficialmente a regime gli incentivi del Governo per l'acquisto di una bicicletta nel corso dell'anno.

Classica, Mountain Bike, in carbonio, elettrica o a pedalata assistita, non importa: lo sconto del 30% è per tutte! Fino ad un massimo di 700 Euro e fino ad "esaurimento scorte". Una scorta di 8.750.000 euro da erogare nel corso del 2009 a tutti quelli che compreranno un mezzo a impatto ambientale ridotto. La misura, compresa nel pacchetto di interventi statali a sostegno del mercato delle due ruote, è stata prevista dal Ministero dell'Ambiente in accordo con l'Ancma, l'Associazione nazionale ciclo e motociclo aderente a Confindustria.

"Per la prima volta potranno beneficiare degli incentivi anche coloro che acquisteranno le bici normali - ha commentato Antonio Dalla Venezia, presidente della Federazione italiana amici della bicicletta (FIAB) - quelle che vanno avanti grazie alla sola forza muscolare e che fanno spostare ogni giorno migliaia di persone o consentono loro di fare cicloturismo, un business assolutamente ecocompatibile".

Una notizia che ha creato subito fermento e mandato in tilt il sito del ministero dell'Ambiente preso letteralmente d'assalto per scaricare l'elenco delle due ruote che godono dei contributi, disponibile ora anche sul sito del Sole24ore. Si tratta, in tutto, di quasi 2.900 modelli di 63 differenti marchi, con prezzi di listino che variano dai 100 euro delle bici da bambino agli oltre 9mila per gli esemplari professionali da corsa.

L'eccezionalità di questo decreto rispetto, ad esempio a quello del 2007 che aveva fissato sconti analoghi, è rappresentata dal fatto che non esiste l'obbligo della rottamazione. Anche perché, giustamente, le biciclette, essendo mezzi ad emissioni zero, non devono essere compensate dalla corrispondente demolizione di altri veicoli.

E allora, non rimane che scegliere il modello che fa al caso nostro, recarsi presso il rivenditore e tornare a casa in sella alla nuova bici. Basta presentare il codice fiscale o la partita Iva e il gioco è fatto. L'importante è non prenderci gusto perché si potranno acquistare, godendo immediatamente degli sconti, un massimo di tre biciclette.

Per quanto riguarda invece i rivenditori, questi per ricevere il rimborso da parte dei fornitori, dovranno dotarsi di  una speciale chiavetta Usb contenente un generatore di password per accedere al sistema di gestione delle pratiche.

Le proiezioni sui dati dei primi giorni dell'iniziativa, fanno stimare che i fondi stanziati dovrebbero essere sufficienti ad accontentare poco più di 24mila domande rispetto a un mercato che assorbe ogni anno tra 1,7 e 1,9 milioni di biciclette.

E allora è evidente che non bisogna perdere tempo: pedalare gente pedalare...

Simona Falasca


porta calcio decathlon 2018

Decathlon

Una porta da calcio per giocare in giardino tutto l'anno

cosmetici pelle lavera

Lavera

Come difendere la pelle dall'inquinamento quotidiano

banner guida pulizie

La guida alle pulizie eco

Tante informazioni, zero euro! Scaricala subito

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
seguici su instagram
guida pulizie
corsi greenme
whatsapp gratis