YikeBike: dalla Nuova Zelanda la "bici" 100% elettrica più compatta al mondo. Il futuro della mobilità urbana?

yike-bike

Dalla Nuova Zelanda arriva la YikeBike, una bicicletta (o meglio sarebbe dire: un veicolo a due ruote: mancano, infatti, i pedali) dalle ridottissime dimensioni, completamente pieghevole, discretamente leggera (pesa meno di 10 kg), dall'interessante design e, ciliegina sulla torta, elettrica al 100%. Come dire: non necessita nemmeno della forza muscolare in aiuto al motorino elettrico che la fa muovere.

La YikeBike Ltd, da qualche giorno ha introdotto in commercio questo minuscolo veicolo, già presentato in veste di prototipo giusto un anno fa e che il Time Magazine aveva ribattezzato come una delle migliori innovazioni del 2009.

Indicata senza falsa modestia dagli stessi costruttori come Il modo più semplice per spostarsi da A a B se non si vuole andare a piedi”, “Il veicolo a ruote piccole più comodo, stabile, ecologico, confortevole per la mobilità urbana, la YikeBike è caratterizzata da un telaio monotubo ricurvo, in fibra di carbonio. La forcella anteriore, che si estende fino a coprire l'intero diametro del cerchio ruota da 20”, nasconde un piccolo motore elettrico e la batteria al litio che lo alimenta. Il carro posteriore, monoforcella, serve per l'attacco di una minuscola seconda ruota, da 8”. Il conducente ha a disposizione unsellino sistemato in corrispondenza dell'attacco di sterzo; il manubrio passa dietro il sellino. Dai video a corredo della YikeBike, la posizione di guida è decisamente elevata, ma l'azienda tiene a tranquillizzare i possibili acquirenti sulla stabilitàdi questa originale “due ruote” elettrica.

Fra le altre particolarità, il fatto di essere completamente pieghevole: nel kit di vendita, infatti, viene fornita anche una cinghia a tracolla, studiata per portare con sé la YikeBike che, richiusa, occupa le stesse dimensioni di una borsa per Pc portatile e pesa 9,8 kg.

Quanto alle prestazioni, l'autonomia massima è di 10 km, e la velocità di circa 22 km/h. Un po' pochino (detta fra noi) sull'autonomia: se non si ha la fortuna di lavorare molto vicino alla propria abitazione, verrebbe da... consigliare di imparare bene le istruzioni di chiusura: trasportarsi la YikeBike a tracolla, infatti, rischia... di essere un “atto obbligato”.

Si tratta, comunque, di un esperimento interessante, anche se il prezzo (viene proposta a 3600 dollari, pari a circa 2700 euro) è più da fanatici dell'hi-tech.

Piergiorgio Pescarolo

germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

corsi pagamento
seguici su facebook