TARGA BICI NO OIL CRITICAL MASS 2

Una stangata per le due ruote a pedali? Nei giorni scorsi, un emendamento ha fatto tremare i ciclisti. Si è parlato infatti di tassare le bici dotandole di targa, con tanto di bollo. Per fortuna, a quanto pare, non stanno esattamente così le cose. Ecco cos'è accaduto.

La prima formulazione dell'emendamento del senatore Marco Filippi riguardava le biciclette e in generale per i veicoli a pedali adibiti al trasporto, pubblico e privato, di merci e di persone, e mirava a individuare i “criteri e modalità d'identificazione delle biciclette stesse nel sistema informativo del dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale”. Che tradotto significherebbe targare e tassare le bici.

Nel giro di qualche ora sul web si è scatenato il caos. Su Twitter l'hashtag #LaBiciNonSiTocca è partita una vera e propria campagna per scongiurare il rischio di vedersi tassata anche la bici, il mezzo ecologico per eccellenza.

L’unione virtuale fa la forza reale: lo dimostra il fatto che una critical mass digitale su Twitter sia riuscita ad intervenire direttamente su un provvedimento di legge in discussione al Senato, inducendo un parlamentare a mettere in dubbio le sue convizioni e tornare a esaminare la questione per chiarirla meglio. Se non ci fossero stati migliaia di tweet con l’hashtag #LaBiciNonSiTocca indirizzati al senatore del Pd Marco Filippi – autore di un emendamento in odore di tassare le bici – molto probabilmente il provvedimento sarebbe passato senza troppi clamori. Invece, grazie all’anticipazione del testo da parte dell’agenzia Public Policy e alla pressione mediatica esercitata dall’Associazione #Salvaiciclisti Roma per contrastare l’ipotesi di introduzione di “targa e bollo” per le bici, l’emendamento sarà riformulatoè stato il commento di BikItalia.

E in effetti l'emendamento è stato modificato, come ha spiegato lo stesso autore, il senatore Filippi che ieri ha presentato una nuova formulazione, spiegando che la regolamentazione riguarda solo i risciò.

Anche a seguito dell’acceso dibattito che c’è stato in questi giornidichiara Filippi – ho valutato che fosse meglio precisare ulteriormente quello che fin dall’inizio era il mio intento: evitare che servizi di trasporto di turisti e cittadini fossero svolti fuori da ogni regola e senza una qualsiasi forma di assicurazione, come accade oggi. Anche se la bicicletta è un mezzo nobile di trasporto, il meno inquinante ed il meno pericoloso per gli altri utenti della strada, ritengo sia indispensabile che il suo utilizzo per trasportare persone a pagamento debba essere adeguatamente regolato, proprio per garantire la sicurezza di tutti”.
Il nuovo emendamento prevede la definizione, nella classificazione dei veicoli, senza oneri a carico dello Stato e attraverso un’idonea tariffa per i proprietari “delle motoslitte, disciplinandone le caratteristiche costruttive e funzionali, nonché la circolazione con un apposito contrassegno identificativo, documenti di circolazione e di guida e l’assicurazione per la responsabilità civile verso terzi, delle biciclette e dei veicoli a pedali adibiti per il trasporto a pagamento, pubblico o privato, di persone, individuando criteri e modalità d’identificazione delle biciclette stesse nel sistema informativo del Dipartimento per i trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale, nonché la circolazione delle stesse con un apposito contrassegno identificativo e l’assicurazione per la responsabilità civile verso terzi”.

Le due ruote a pedali sono salve, almeno per adesso...

Francesca Mancuso

Foto: BikeItalia

LEGGI anche:

A MASSAROSA CHI VA A LAVORO IN BICI VIENE RIMBORSATO CON 25 CENTESIMI PER OGNI CHILOMETRO

LA FRANCIA PAGA CHI VA A LAVORO IN BICI: 25 CENTESIMI A KM

AUTO IBRIDE: ESENTATE DAL BOLLO AUTO IN 5 REGIONI

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

banner orto native

La guida utile

La guida per fare un orto in piccoli spazi. Chiara, veloce e gratuita!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram