furti-bici-fiab

Sono almeno 320 mila le biciclette rubate ogni anno in Italia. I furti di biciclette, insomma, non tramontano e interessano buona parte dei 4 milioni di mezzi circolanti. Per i ciclisti italiani la paura dei furti di biciclette è al secondo posto, dopo quella di essere investiti. L'indagine è stata condotta da Fiab Onlus, coinvolgendo prefetture, comuni, capoluoghi di provincia e cittadini.

La Federazione Italiana Amici della Bicicletta promuove il 2° Convegno Nazionale sul Furto di Biciclette, che si svolgerà il prossimo 21 novembre 2013 a Milano. L'iniziativa si pone l'obiettivo di definire delle linee guida utili alla redazione di piani comunali di contrasto al furto delle biciclette e di pubblicarle in un quaderno tecnico a disposizione degli amministratori.

Le informazioni potranno essere utilizzate per promuovere la mobilità sostenibile e favorire gli spostamenti in bicicletta nelle aree urbane e periurbane. In Italia non vengono di norma raccolti dati sul fenomeno del furto di biciclette, come invece avviene in altri Paesi, nonostante la sua ampiezza.

Come si comporta chi ha subito un furto? Di solito tende a comprare una bicicletta a basso costo, di scarso valore, che rischia di essere stata prodotta con scarso rispetto degli standard di sicurezza. In alcuni casi, il concorso al reato di ricettazione è dietro l'angolo - secondo quanto comunicato da Fiab.

È dunque necessario riequilibrare il problema. Ecco perché Fiab ha deciso di presentare un'indagine che ha coinvolto, oltre ai comuni e alle prefetture, soprattutto i cittadini, con specifici questionari da compilare. I dati raccolti per quanto riguarda gli ultimi due anni hanno evidenziato che il furto di biciclette rappresenta un fenomeno in crescita.

Dai questionari dedicati ai ciclisti è emerso che la media italiana è di 1 furto di bicicletta ogni 130-180 abitanti. Il maggior numero di questionari è stato raccolto a Milano. Dei 606 cittadini-ciclisti intervistati, 465 persone dichiarano di aver subito il furto di una bici nel 2012, ma solo 102 (il 21%) lo ha denunciato.

134 sono invece i questionari raccolti a Lodi da cui emergono 107 furti di cui 43 denunce. Poco ligi alla regolare denuncia anche i ciclisti di Bologna: su 240 questionari compilati, i furti subiti sono stati 275, più di una bici a testa, mentre le denunce solo 75 (il 27%).

Dai questionari ai cittadini emerge un altro dato interessante: i furti di bici sono concentrati prevalentemente nelle aree urbane del nord e del centro nord, e risultano soprattutto ai danni di ciclisti abituali: gli spostamenti in bicicletta riguardano infatti solo il 4% della popolazione a Milano, fino a un massimo del 28-29% in città come Bolzano o Ferrara.

Il fenomeno del furto sembra, dunque, accanirsi su una minoranza virtuosa che dovrebbe, oltretutto, essere messa al primo posto nei piani di sicurezza e sviluppo della mobilità sostenibile a livello locale e nazionale. Ma, in base ai dati raccolti, sembra proprio che i ciclisti italiani siano purtroppo ben poco tutelati per quanto riguarda i furti, oltre che dal punto di vista della sicurezza, data la scarsa presenza di piste ciclabili davvero in buono stato sul territorio nazionale.

L'appuntamento con il Convegno Nazionale Fiab sui Furti di Biciclette, per conoscere tutti i dati in proposito, è fissato per giovedì 21 novembre 2013 alle ore 9.45 presso l'Acquario Civico di Milano.

Marta Albè
Fonte foto: hdwallpapers.in

LEGGI anche:

Furti di biciclette: cosa fare se ci rubano la bici?

Bike+: l'antifurto che ritrova la bici rubata col cellulare

Bici rubata? A Oxford le ritrovano coi social network

Ladri di biciclette addio: a Torino con la bici marchiata la...

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram