Logo5selle

Sono ventuno, sono giovani e determinati. Sono i ragazzi della classe 2a B dell'istituto "Galilei – Costa" di Lecce che nel dicembre dell'anno scorso hanno dato vita al "Movimento 5 Selle", facendo il verso al nome della nota organizzazione politica.

Alla base del progetto c'è la volontà di incentivare a 360° l'uso della bicicletta.

Hanno inizialmente attivato il loro sito internet - dove raccolgono eventi ed idee – ora sono pronti con la loro prima iniziativa: "Mese Tuttinsella".

I ragazzi hanno pensato di dedicare i mesi di Maggio e di Settembre all'incentivazione e all'organizzazione di campagne ed iniziative su tutto il territorio nazionale volte a sensibilizzare la popolazione all'utilizzo della bicicletta quale unico mezzo di trasporto.

Peril mese di maggio – il primo "Mese Tuttisella" – i ragazzi hanno raccolto e pubblicato nel sito oltre 100 ciclo-iniziative che si sono tenute nelle varie regioni italiane.

LogoTuttinsella

Per settembre stanno già pensando a numerosi eventi per catalizzare l'attenzione dei ciclisti e non. Iniziative quali biciclettate dimostrative, manifestazioni, per convincere i cittadini ad andare in ufficio e a scuola in bici, campagne commerciali che prevedono sconti e facilitazioni per l'acquisto di bici nuove e usate, eventi bikesharing, incentivi, concorsi, premi e ogni altra idea valida per convincere gli italiani a riflettere (ed agire) su un concetto fin troppo scontato: pedalare fa bene all'ambiente, alla salute ed al portafogli.

"Ora basta, vogliamo un'Italia ecologica su due ruote", questo il motto che accompagna i giovani movimentisti salentini che con la loro iniziativa "biciclettosa" vogliono accendere i riflettori nazionali, due volte l'anno, sull'importante tema della mobilità sostenibile.

Consultando il loro sito – pubblicato a Dicembre dell'anno scorso, con un notevole ritorno mediatico – è facile capire perché hanno deciso di mettersi in gioco con questo progetto. Per loro è importante ribadire alcuni concetti, che pochi vogliono veramente mettere in pratica: ridurre drasticamente la produzione di anidride carbonica nell'atmosfera, risparmiare e smettere di spendere denaro nell'acquisto di carburante che spesso si spreca, ridurre radicalmente il traffico e quindi lo stress, non contribuire al finanziamento delle multinazionali del petrolio, guadagnare in salute e socializzazione.

movimento 5 selle

Quello che ci si augura è che il tema della mobilità sostenibile diventi finalmente argomento di una discussione diffusa ed entri nell'agenda politica nazionale, affinché siano trovate le soluzioni ai molti problemi ancora sul tavolo: si pensi alla carenza di piste ciclo-pedonali, alla loro mancata interconnessione in reti provinciali e regionali, alle situazioni di pericolo che il ciclista vive ogni giorno nelle città, solo per fare alcuni esempi.

Quindi ben vengano queste iniziative "dal basso", specialmente quando sono frutto dell'elaborazione di sedicenni con le idee molto chiare. L'indirizzo del sito internet del movimento è www.movimento5selle.it, ci auguriamo che diventi quanto prima un punto di riferimento per tutti i ciclisti e non.

Simone Zuin

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram