@dennisvdwater/123rf

A Parigi è scattato il limite di velocità a 30 km/h per strade più sicure e meno inquinamento acustico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ieri è entrato un vigore un provvedimento storico a Parigi: gli automobilisti dovranno rispettare il limite di velocità di 30 km/h per le strade della capitale francese. Fino al 29 agosto, infatti, il limite era fissato a 50 km/h. La norma era stata una delle diverse promesse elettorali annunciate dalla sindaca socialista Anne Hidalgo e fa seguito ad altri provvedimenti adottati già da altre città come Grenoble  Montpellier.
 
Dietro questa importante novità, oggetto di polemica tra i cittadini di Parigi, non c’è soltanto l’obiettivo di migliorare la sicurezza stradale (soprattutto per pedoni, ciclisti, bambini e anziani), ma anche un’attenzione verso il clima.
Abbassare il limite di velocità a 30 km/h servirà anche a ridurre l’inquinamento acustico, che ha conseguenze sia sull’ambiente che sulla qualità della vita dei cittadini, e le emissioni derivanti dai veicoli. 
 
Il nuovo provvedimento riguarda tutte le strade di Parigi, ad eccezione della tangenziale (dove la velocità massima consentita è di 70 km/h), dei Boulevards des Maréchaux, i viali del Bois de Boulogne e Vincennes, gli Champs-Elysées, l’avenue Foch, l’avenue de la Grande Armée e la rue Royale…) dove il limite massimo resterà fissato a 50 km/h.
 

Le polemiche tra i residenti parigini 

La decisione di ridurre il limite di velocità a Parigi fa seguito a una consultazione organizzata alla fine del 2020, alla quale il 59% dei cittadini parigini si è espresso a favore, in particolare per garantire una maggiore sicurezza per le strade. Tale riduzione potrebbe portare ad un calo di circa il 25% degli incidenti stradali e dimezzerebbe il rumore in città, influendo positivamente sulla salute e sullo stress di chi vive a Parigi.

Tuttavia, c’è chi ha accolto con poco entusiasmo questa novità, in particolare i fattorini – che sostengono che i tempi di attesa si allungheranno di molto per i clienti e i tassisti, che hanno già annunciato che il provvedimento porterà inevitabilmente ad un aumento del costo delle corse. 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Paris 
 
Leggi anche: 
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook