Nissan Leaf: l’auto 100% elettrica per tutti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È stato inaugurato l’anno 2.0 del mondo automobilistico, il 14 dicembre è stata presentata a Milano la nuova Nissan Leaf: icona dell’Intelligent Mobility, la roadmap strategica che ridefinisce il modo in cui i veicoli sono guidati, alimentati e integrati. L’obiettivo preposto è quello di dare un ruolo alla vettura per il 100% del suo tempo, anche e soprattutto quando è ferma.

Così come lo smartphone è utilizzato 24 ore al giorno e non solo quando dobbiamo fare o ricevere telefonate, l’auto 2.0 mira a diventare funzionale e utile non solo nelle due ore in cui in media viene utilizzata per spostarsi da A a B.

La nuova Nissan Leaf, 150 cavalli e un’autonomia di percorrenza di 378 km con una singola ricarica, rappresenta l’evoluzione della tecnologia legata all’auto, un’auto che diventa intelligente, per un concetto di mobilità che trascende il trasporto e si integra nelle città, in armonia tra persone, veicoli, e natura.

Il concetto di auto che conosciamo noi è quanto meno da abbandonare, questo nuovo modello 100% elettrico si guida con un solo pedale, parcheggia in modo autonomo assumendo il pieno controllo dello sterzo, dell’acceleratore e del freno e consente di guidare in autostrada in autonomia su una singola corsia.

Ma ancora più importanti le novità legate alle tecnologie “Leaf to home” e “Vehicle to grid”, il veicolo si trasforma in un vettore di energia utile per lo stoccaggio e per lo scambio di energia con la rete pubblica e con la rete domestica, con numerosi benefici per la collettività, i gestori di energia e il cliente.

Leaf to home

L’auto diventa uno strumento per l’accumulo e lo scambio di energia con la rete domestica andando a creare un ecosistema che permette di rendere più efficiente il consumo energetico, con meno sprechi e più stabilità, fino ad arrivare alla totale indipendenza in caso di un ecosistema domestico con presenza di impianti fotovoltaici privati.

Vehicle to grid

Con il sistema Vehicle to grid l’auto si integra nella rete, contribuendo ad una maggiore stabilità, questa tecnologia la trasforma in una batteria mobile, consentendo di restituire energia alla rete elettrica.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook