Le migliori auto ibride da comprare con meno di 25.000 euro nel 2021

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Grazie all’Ecobonus 2021 le auto ibride diventano più convenienti. Ecco quali si possono comprare con un budget limitato a 25.000 euro sfruttando gli incentivi

Indecisi se passare ad un’auto ibrida? Prima di considerarne l’acquisto bisogna sapere due cose: la prima è che le auto ibride sono auto con un motore a benzina che viene “aiutato” da un motore elettrico a consumare meno alle basse velocità. Dunque il massimo dell’efficienza viene raggiunto nei percorsi con continui “stop & go”, tipicamente quelli cittadini. I vantaggi si vanno però via via perdendo nelle percorrenze in cui la velocità media è più alta, come nei viaggi in autostrada.

La seconda è che attualmente vi sono tre tipi di auto ibride sul mercato: le mild hybrid, le full hybrid e le plug-in hybrid. Le differenze sono molto marcate, nonostante vengano definite tutte “ibride”.

  1. Nelle mild hybrid un alternatore/generatore con motore elettrico recupera l’energia altrimenti dissipata in frenata e allo stesso tempo supporta il motore termico offrendo un incremento della potenza quando necessario o richiesto dal guidatore. In questo modo si riducono le emissioni che si avrebbero quando si chiede al motore maggiore potenza, dunque consumando più carburante, come in accelerazione o in salita. Da solo però non può muovere l’auto, dunque il motore tradizionale sarà sempre acceso.
  2. Nelle full hybrid ad affiancare il motore tradizionale c’è invece un vero e proprio motore elettrico collegato alle ruote. Le loro batterie più grandi permettono all’auto di muoversi con il solo motore elettrico in alcune situazioni, come nella marcia nel traffico. L’autonomia e la velocità massima che si possono raggiungere nella modalità a “emissioni zero” dipendono dalla potenza del motore e dalla capacità della batteria, che viene sempre ricaricata dall’alternatore/generatore .
  3. Le plug-in hybrid, infine, sono delle full hybrid con batterie ancora più capienti che recuperano sempre l’energia in frenata, però possono essere ricaricate attraverso le colonnine o la rete elettrica di casa come un’auto elettrica pura. In pratica sono delle auto elettriche con in più un motore tradizionale che entra in gioco quando le batterie sono scariche o quando si deve viaggiare ad alte velocità e per tanti chilometri. Il vantaggio rispetto alle full hybrid è che l’autonomia elettrica è molto maggiore, lo svantaggio è che essendo vetture più sofisticate costano di più.

Chiariti questi elementi, importanti per orientarsi nell’acquisto di una nuova auto ibrida, dati alla mano abbiamo voluto capire cosa offre ad oggi il mercato per individuare i modelli più convenienti ed economici sul mercato scegliendo un limite di prezzo di 25.000 euro, cifra più o meno accessibile ai più anche grazie agli incentivi 2021 che prevedono i seguenti sconti:

  • 6.500 euro con rottamazione e 3.500 euro senza rottamazione se si acquista una vettura con emissioni di CO2 comprese tra 21 e 60 g/km (le plug-in hybrid)
  • 3.500 euro con rottamazione se si acquista una vettura con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 g/km

Nella prima categoria rientrano le plug-in hybrid, che grazie alla maggiore percorrenza in elettrico riescono ad abbattere considerevolmente i consumi (espressi in CO2) e di conseguenza le emissioni allo scarico. Nella seconda rientrano le full hybrid più compatte. Abbiamo escluso le mild hybrid, in quanto non si spostano mai “a emissioni zero” come le altre due categorie, anche se vengono definite ibride. Piuttosto si può dire che siano delle auto con motore tradizionale un po’ più efficiente grazie all’elettrificazione di alcuni componenti.

Al momento, anche con i corposi incentivi in vigore, il mercato italiano non offre auto plug-in hybrid che si possono acquistare alla cifra limite che ci siamo prefissati. Diciamo che bisogna mettere in cantiere circa 30.000 euro. Il mercato però è in rapida espansione e fra non molto probabilmente i prezzi scenderanno.

Diverso il discorso per le full hybrid: ormai ce n’è per tutti i gusti, dai mega-SUV fino alle city car. Con una cifra inferiore o al massimo di 25.000 euro (contando anche il bonus da 3.500 euro e gli eventuali sconti offerti periodicamente dalle case), le auto full hybrid che si possono acquistare sul mercato italiano sono le seguenti.

Renault Clio E-Tech Hybrid

Renault Clio E-Tech Hybrid

Renault Clio E-Tech Hybrid – ©Renault

Il popolare modello della Casa francese è disponibile da poco con una motorizzazione ibrida formata da un motore benzina 1.6 litri turbo abbinato a due motori elettrici (uno sul generatore/starter, l’altro collegato alle ruote anteriori attraverso la trasmissione) per una potenza complessiva di 140 CV. Con un prezzo di partenza di 21.950 euro si arriva a 18.450 euro per una Clio ibrida che emette 100 g/km in termini di CO2 e consuma mediamente 4,3 l/100 km. La Casa francese non dichiara un’autonomia massima nella modalità a emissioni zero (che può variare per moltissimi fattori), ma sostiene che il suo il sistema ibrido consente alla Clio E-Tech Hybrid di viaggiare in città con la sola trazione elettrica per l’80% del tempo e fino alla velocità massima di 75 km/h, con una riduzione dei consumi fino al 40% rispetto a un motore benzina paragonabile.

Toyota Yaris Hybrid

Toyota Yaris Hybrid

Toyota Yaris Hybrid – ©Toyota

La piccola Toyota Yaris è la city car ibrida da più tempo presente sul mercato, oltre ad essere la più compatta con la sua lunghezza di 3 metri e 94 centimetri: il prezzo di listino parte da 22.000 euro, quindi si può acquistare da 18.500 euro con il bonus statale. Il sistema ibrido è formato da un motore 1.5 benzina accoppiato a due motori elettrici per una potenza totale di 116 CV. La novità dell’ultima serie è la batteria agli ioni di litio piuttosto capiente. Con il solo motore elettrico si possono raggiungere i 130 km/h, ma non è dichiarata l’autonomia complessiva a zero emissioni. Il consumo di carburante nel ciclo misto città-extraurbano è di 4,9 l/100 km, le emissioni di CO2 pari a 112 g/km. E’ stata da poco eletta “Auto dell’Anno 2021”.

Honda Jazz Hybrid

Honda Jazz Hybrid

Honda Jazz Hybrid – ©Honda

La Honda Jazz per quanto non molto popolare nel nostro paese è una delle segmento B più pratiche e qualitativamente valide sul mercato italiano. La Jazz Hybrid misura poco più di 4 metri di lunghezza ed ha un bagagliaio da 304 litri. Il consumo del sistema ibrido, formato da un motore a benzina 1.5 litri ed un motore elettrico in esso integrato che muove le ruote anteriori, è pari in media a 4,5 l/100 km, mentre le emissioni di CO2 si fermano a 102 g/km. La potenza complessiva è di 109 CV. Da 0 a 50 km/h circa si può viaggiare in modalità esclusivamente elettrica. Il prezzo di listino parte da 22.500 euro, quindi da 19.000 con il contributo di 3.500 euro se si rottama una vecchia auto. Per chi preferisce un look ispirato ai SUV Honda propone la Honda Jazz Crosstar Hybrid, una Jazz ibrida con caratterizzazioni estetiche ispirate ai fuoristrada ed un’altezza da terra leggermente maggiore (15,2 cm). Il prezzo in questo caso parte da 27.150 euro, quindi da 23.650 euro con rottamazione.

Kia Niro Hybrid

Kia Niro

Kia Niro – ©Kia

Con 5 posti, 5 porte ed un bagagliaio da 436 litri in 4,35 metri di lunghezza la Kia Niro è il SUV ibrido di dimensioni medie più accessibile sul mercato. Il suo prezzo di listino parte infatti da 26.750 euro e scende dunque a 23.250 euro con la rottamazione e i 3.500 euro di sconto statale. E’ spinta da un motore a benzina 1.6 litri ed un motore elettrico da 32 kW che le consente di viaggiare a batteria per brevi tratti. La potenza complessiva di 141 CV la rende brillante nonostante la stazza. La Kia Niro è l’unica ibrida attualmente sul mercato con cambio a doppia frizione con comandi al volante. Soluzione inusuale in quanto la quasi totalità delle ibride adotta delle trasmissioni CVT, più o meno come quelle degli scooter. Qui invece si può cambiare marcia manualmente, oppure affidare il cambio marcia alla gestione automatica dell’auto, come nei cambi automatici tradizionali. Il consumo medio dichiarato è di 4,8 l/100 km, mentre le emissioni di CO2 sono pari a 119 g/km.

Hyundai Kona Hybrid

Hyundai Kona Hybrid

Hyundai Kona Hybrid – ©Hyundai

Eredita dalla Kia Niro (Hyundai e Kia fanno parte dello stesso gruppo) il sistema ibrido, ma è più compatta: misura in lunghezza 4 metri e 20 centimetri ed il bagagliaio misura 361 litri. I dati ufficiali dicono che la Kona Hybrid consuma in media 4,9 l/100 km ed emette 112 g/km di CO2. Il prezzo di listino parte da 27.150 euro, dunque si può acquistare con 23.650 euro.

Toyota Corolla Hybrid

Toyota Corolla Hybrid

Toyota Corolla Hybrid – ©Toyota

Chiude la nostra carrellata delle full hybrid “incentivabili” sotto i 25.000 la Toyota Corolla Hybrid, berlina a due volumi e 5 porte di dimensioni generose ma non eccessive (misura 4,37 metri) prodotta dal costruttore capostipite delle auto ibride. La Corolla Hybrid si avvale di un propulsore 1.8 litri da 98 CV ed un motore elettrico da 72 CV per una potenza di sistema di 122 CV. Emette 115 g/km in termini di CO2 e consuma in media 5,1 l/100 km. Il prezzo di listino parte da 28.150 euro, che sottratti i 3.500 euro dell’ecobonus diventano 24.650 euro.

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureato in Comunicazione all'Università di Siena e giornalista dal 1995, ha un'esperienza pluriennale come redattore automotive. Ha lavorato per riviste, TV e testate online specializzate di diffusione nazionale. Su greenMe.it si occupa di mobilità sostenibile e auto ecologiche
eBay

Come guadagnare online con i LEGO e le carte da gioco

LCI

Come il giornale e la carta che butti diventano un nuovo materiale

Deceuninck

Nuova era delle finestre: con la ThermoFibra diventano 100% riciclabili

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook