Maserati mette la spina: in arrivo i modelli elettrici ed ibridi 100% made in Italy

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Maserati diventa green e annuncia la creazione di nuovi modelli a propulsione elettrica ibridi e a batteria. Un vero e proprio piano di elettrificazione da svariati miliardi, che vedrà l’Italia come unica protagonista: i nuovi sistemi saranno infatti sviluppati, ingegnerizzati e prodotti al 100% qui da noi.

Dopo Porsche e Audi, tra le auto di lusso è quindi la volta di Maserati, pronta ad avviarsi alla mobilità a zero emissioni a partire dall’anno prossimo: il programma di elettrificazione, infatti, sarà avviato nel 2020 e la Ghibli, prodotta a Torino, sarà la prima vettura elettrica ibrida del marchio.

Arriveranno poi anche le GranTurismo e GranCabrio 100% elettriche, prodotte sempre nel polo di Torino.

“Per quanto riguarda la produzione, Maserati annuncia i piani per la gamma di prodotti nuovi ed elettrificati a Modena, Cassino e Torino (Mirafiori e Grugliasco)si legge nel comunicatoTutti i nuovi modelli Maserati saranno sviluppati, ingegnerizzati e prodotti al 100% in Italia e adotteranno sistemi a propulsione elettrica ibridi e a batteria in grado di fornire sia elevata innovazione che alte prestazioni, tipiche del DNA del Marchio. Tutti i modelli elettrici Maserati combineranno la tradizionale dinamica di guida con la tecnologia elettrica di nuova generazione, offrendo modalità di guida uniche, autonomia estesa e capacità di ricarica ultraveloce“.

Sarà in Italia, quindi, che i veicoli saranno ingegnerizzati e adotteranno sistemi a propulsione elettrica e ibridi. La tradizionale dinamica di guida dei nuovi modelli elettrici di ultima generazione è rimasta inalterata, le auto avranno anche capacità di ricarica ultraveloce e autonomia estesa rispetto a molte altre concorrenti.

I veicoli di Maserati, sia quelli elettrici che le auto attuali, offriranno diverse soluzioni di guida autonoma, partendo dal livello 2 fino ad arrivare al livello 3. Le auto saranno quasi indipendenti, i sistemi innovativi saranno capaci di portare le vetture in sicurezza in caso il conducente non sia in grado di assumerne il controllo o di mantenere la carreggiata:

“Tutte le nuove Maserati, compresi i modelli attuali, offriranno diverse soluzioni di guida autonoma; partendo da un livello 2 potenziato, si raggiungerà il livello 3 in grado di offrire una quasi completa indipendenza del veicolo, capace di mantenere la carreggiata e di portare il veicolo ad uno stop di sicurezza sul lato della strada nel caso in cui il conducente non sia in grado di assumerne il controllo”.

Intanto a Modena è già iniziata la costruzione di una linea di verniciatura, del tutto nuova per l’impianto, dotata di tecnologie a basso impatto ambientale.

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook