Maranello, la microcar elettrica tutta siciliana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ieri, nella splendida cornice del Palazzo d’Orleans di Palermo, il presidente della Regione Sicilia Lombardo ha presentato nell’ambito del programma “Io zero: emissioni, consumi, rumore” la Maranello 4 cycle, una piccola vettura elettrica, ideale per la mobilità cittadina interamente made in Sicily perché frutto della collaborazione tra Siciliana Energia, un’azienda impegnata nel settore delle energie rinnovabili, e la Effedi Motors, che produce veicoli commerciali.

 

Questo quadriciclo elettrico, nato nel 2004 insieme alla versione diesel, si propone oggi di offrire una mobilità a zero costi e a zero emissioni. Infatti, sfruttando la sinergia degli impianti fotovoltaici di Siciliana Energia e il motore elettrico di Effedi, è possibile guidare la Maranello – senza spendere un centesimo e utilizzando energia pulita prodotta dal sole. Il progetto è partito due anni fa, sfruttando conoscenze e competenze interamente siciliane.

La Maranello, che costa 12.500 euro IVA esclusa, ha le stesse dimensioni di una microcar, è lunga 2 metri e 64, larga 1 metro e 44 e alta 1 metro e 67. È disponibile in un’ampia gamma di colori e con numerosi optional. Non manca la versione “ibrida”, che coniuga l’autonomia di un piccolo motore a benzina da 505 cm cubi al motore elettrico da 4,5 Kw.

Può essere guidata anche dai 14enni muniti di patentino di guida e ha il suo asso nella manica nei costi di esercizio davvero irrisori. Con un’autonomia di 60 km, il “pieno” di elettricità costa solo 3 euro impiegando la rete elettrica domestica, invece è del tutto gratuito utilizzando gli impianti fotovoltaici. Caratterizzata da una linea quantomai personale, ha due posti e i gli interni sono simili alle vetture di pari categoria.

La vettura in sè va vista all’interno di un disegno più ampio: quella di diffondere l’utilizzo del fotovoltaico in una terra, la Sicilia, che di certo non manca di materia prima per la produzione di quest’energia: il Sole. Con questo auspicio il Presidente Lombardo si augura che la microcar possa raggiungere il vasto pubblico, permettendo di poter abbassare i costi di vendita, piuttosto elevati, e coinvolgendo il maggior numero di famiglie possibile nell’utilizzo di fonti di energia completamente rinnovabili.

L’esperienza della Maranello potrebbe rappresentare quindi, anche alla luce delle vicende di Termini Imerese, uno stimolo ad investire sulla produzione di auto elettriche in Sicilia.

Domenico Pangallo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook