Incentivi 2011 metano e GPL: ecco come richiederli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da ieri, come abbiamo visto, sono in vigore i nuovi incentivi 2011 per la conversione delle auto a metano e Gpl, ma quale procedura seguire per accedere ai bonus governativi?

Come accedere agli incentivi?

I contributi, indicati nel documento – guida consultabile sul sito Web del Consorzio Ecogas, ammontano a 24811266 euro, e si applicano per 650 euro nella riconversione delle auto a metano e 500 euro per l’installazione di un impianto a Gpl. A conti fatti, permettono circa 50 mila riconversioni.

Gli incentivi si applicano ad autovetture già in circolazione (e che rientrano nelle normative da Euro 1 a Euro 5), e alle auto nuove subito trasformate a metano o Gpl. In quest’ultimo caso, l’immatricolazione dev’essere coincidente o successiva alla prenotazione.

Il primo passo per ottenere il contributo, facilitato rispetto agli anni scorsi, può avvenire in due modi: collegandosi al sito Web del Consorzio Ecogas, oppure recandosi di persona presso le officine di installazione di impianti a metano e Gpl che aderiscono all’operazione.

Dal punto di vista “burocratico”, bisogna dimostrare la certificazione di collaudo e il documento fiscale relativo. Attenzione alle date: devono essere coincidenti o successive alla data di prenotazione per l’incentivo, oppure se precedenti devono essere accompagnate da una nota di credito e autocertificazione per l’importo dell’agevolazione spettante. Ad esempio: se il 20 marzo 2011 viene effettuata la prenotazione per l’incentivo, nella stessa data (o seguente) va eseguito il collaudo.

Gli impianti devono essere nuovi di fabbrica. Gli unici componenti che possono essere forniti dal cliente sono le bombole per il metano (questa operazione, se effettuata, va indicata nella fattura).

Il fondo rimane accantonato per 180 giorni dalla data di prenotazione; la documentazione relativa va presentata all’officina entro 90 giorni dalla data di collaudo dell’impianto. A loro volta, gli installatori hanno 60 giorni di tempo dalla richiesta per l’integrazione di eventuali pratiche incomplete.

Piergiorgio Pescarolo

Leggi la nostra guida sulle auto a metano
Leggi tutti i nostri articoli sulle auto a metano
Leggi tutti gli articoli sugli incentivi auto
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook