In UK sorpasso storico: più stazioni di ricarica per auto elettriche che pompe di benzina

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le stazioni di ricarica pubbliche per i veicoli elettrici superano il numero delle stazioni di rifornimento: accade nel Regno Unito, dove le stazioni pubbliche per ricaricare le e-car hanno superato di 1.000 unità le stazioni di rifornimento di carburante.

Un passo storico, che si compie prima di ogni più rosea prospettiva: grazie all’incremento dei veicoli elettrici, qui ora e in totale si contano quindi ben 9.300 stazioni di ricarica rispetto alle 8.400 stazioni di servizio. Un aumento che fa sì, a sua volta, che nel Regno Unito ci sia una crescita senza precedenti nella domanda di veicoli elettrici: ad agosto 2019, rispetto all’anno scorso, la richiesta è aumentata del 158,1%.

In cifre, quasi l’80% delle stazioni di servizio britanniche ha chiuso già dal 1970, mentre il numero di stazioni di ricarica elettrica è aumentato da un centinaio nel 2011, a più di 9mila ad agosto di quest’anno.

ricariche uk

Di queste stazioni, più di 1.600 offrono la ricarica rapida (ossia si ricarica la batteria fino all’80% in meno di un’ora) e secondo Zap-Map, lo scorso mese sono stati installati due nuovi punti di ricarica rapida al giorno e quasi tutte le aree di servizio sulle autostrade britanniche presentano stazioni di ricarica, la maggior parte con ricarica veloce.

ricariche uk

punti ricarica uk

Transport for London ha installato più di 1.000 punti di ricarica per veicoli elettrici solo lo scorso anno e secondo i dati secondo i dati la fornitura di combustibile tradizionale nella capitale sta diventando sempre più scarsa. Il centro di Londra ha quasi la metà di stazioni di servizio per veicolo in meno rispetto alle Highlands scozzesi; ne rimangono solo quattro nella zona “congestion-charge”.

Il merito è senza dubbio anche dell’introduzione, nello scorso aprile, della nuova Ultra-Low Emission Zone (ULEZ), che ha portato a un numero maggiore di automobilisti londinesi in cerca di soluzioni a zero emissioni per esigenze di trasporto anche commerciali.

La maggior parte dei proprietari di veicoli elettrici ricarica il proprio veicolo solo una volta tornati a casa ed è per questo che il governo del Regno Unito sta cercando di favorire ulteriormente l’adozione dei veicoli elettrici, con la proposta di installazione di punti di ricarica in tutte le nuove abitazioni.

Si va avanti, quindi, in questo Paese dove la mobilità elettrica sta prendendo decisamente piede, anche grazie a una rigorosa politica per quanto riguarda il disincentivo alla circolazione dei veicoli termici.

Leggi anche:

Auto elettriche troppo silenziose: scatta l’obbligo di fare ‘rumore’
Ecotassa e incentivi auto 2019: i modelli penalizzati e quelli che godranno dell’eco-bonus

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook