Alveari: quando le api ispirano anche l’industria automobilistica

ford-alveare

Si sono ispirati al fantastico mondo delle api, si sono lasciati cullare dai dettami della natura e hanno praticato i principi del riciclo. Così alcuni ingegneri del settore automobilistico hanno lavorato e ottenuto un pezzo di automobile unico nel suo genere, utilizzando una tecnologia a nido d’ape.

Imparare dalla natura, mimare i suoi processi, mutuare i meccanismi che la governano è quanto di meglio possiamo fare per scorgere un mondo diverso, in cui la vita di ogni singolo componente di questa Terra sia in grado di svilupparsi, crearsi e riprodursi proprio a partire dai congegni del mondo naturale.

Complicato? Nulla di più falso. Se è ormai assodato il concetto di “biomimicry”, ad indicare il passaggio di autentici processi biologici dal mondo naturale a quello artificiale e la conseguente risoluzione di numerosi problemi dell’uomo, è altrettanto chiaro che l’uso da parte dell’uomo stesso di alcune abilità proprie degli animali per realizzare qualcosa di utile è quanto mai fondamentale.

E spesso l’ispirazione arriva proprio dal mondo degli insetti.

Esattamente in questo modo, l’alveare, una delle strutture più affascinanti, presenti in natura, ha suggerito agli ingegneri Ford uno sviluppo particolare del piano regolabile del bagagliaio, disponibile a bordo della nuova EcoSport, il SUV compatto del marchio americano.

ford bagagliaio

Si tratta del Honeycomb Shelf, in grado di sostenere una massa 100 volte superiore alla propria, grazie a un rapporto peso/resistenza che supera quello dell’acciaio.

ford bagagliaio 1

Sviluppato ad hoc per EcoSport e concepito per contenere e proteggere eventuali fragilità degli oggetti di valore, il piano regolabile può sopportare carichi superiori ai 300 kg, l’equivalente del peso di circa tre uomini adulti (nel video si vede che si piega all’infinito ma non si spezza).

La natura può esser paragonata a un grande laboratorio di innovazione, dalle api alle termiti ai castori, gli animali sono tra i migliori ingegneri al mondo – racconta Bettina Veith, Assistant Chief Engineer di Ford EcoSport. La capacità della struttura alveare di garantire forza senza aggiungere peso, è già stata applicata a diversi dispositivi come razzi spaziali, aerei e supercar, rendendola la scelta naturale per fornire una piattaforma ad alta resistenza per il piano regolabile del bagagliaio di EcoSport”.

Leggi anche:

Per creare Honeycomb Shelf, è stato inserito uno strato di cartone riciclato, modulato con celle a nido di ape tra due strati di fibra di vetro. Una soluzione leggera e duratura che consente anche di risparmiare anche sui consumi di carburante.

Germana Carillo

WhatsApp

Usi WhatsApp? Iscriviti alle nostre news gratuite

Triumph

Come riciclare i reggiseni e gli abiti usati

Schar

Il pane senza glutine: tipi di pane e cereali utilizzati

Decathlon

Hai una bici usata? Torna Trocathlon dove puoi acquistare e vendere l’attrezzatura sportiva

Germinal Bio

#Bionest la nuova campagna Germinal Bio che mostra il dietro le quinte del biologico

San Benedetto

Cosa vuol dire compensare la CO₂: la linea Ecogreen di San Benedetto

tuvali
seguici su Facebook