Quando è la casa ad essere alimentata da un’auto elettrica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E’ nato il primo prototipo di appartamento completamente sostenibile alimentato da un’auto elettrica. Si tratta del Nissan Energy Home, i cui consumi vengono soddisfatti interamente grazie a dei pannelli solari e agli scambi energetici che avvengono con la Nissan LEAF.

Avreste mai pensato che un giorno sarebbe stato possibile gestire i consumi di un intero appartamento utilizzando semplicemente la propria auto (ovviamente elettrica)? Ebbene non si tratta più di un fantascientifico futuro ma del presente: quel giorno è arrivato grazie al lavoro della Nissan e in particolare della sua LEAF, auto 100% elettrica, la più venduta della storia.

Nissan Energy Home, è una vera e propria casa che è stata allestita presso la galleria del quartier generale di Yokohama. Disegnata dallo “space design team” con a capo Alfonso Albaisa, è stata realizzata in legno ed è dotata di pareti chiare. Una via di mezzo tra spazio moderno e tradizione giapponese con un richiamo evidente al fascino della natura.

Impossibile non notare le strisce illuminate di colore blu che passano su muri e pavimenti e mostrano visivamente a tutti come il flusso di energia è in grado di muoversi avanti e indietro dai pannelli solari alla batteria della LEAF.

appartamento nissan 2

Come funziona

La Nissan Energy Home è dotata di pannelli solari che accumulano energia elettrica durante la giornata e poi la inviano alla batteria dell’auto elettrica. Questa è in grado di stoccarla e poi fornirla nuovamente all’appartamento per soddisfare tutte le sue necessità: illuminazione, aria condizionata, dispositivi elettrici vari, esigenze della cucina, ecc.

Non solo tutti i bisogni della casa sono soddisfatti ma rimane anche una piccola percentuale di carica della batteria per utilizzare eventualmente l’auto per degli spostamenti.

L’innovativo traguardo è stato raggiunto grazie ad alcune tecnologie all’avanguardia, come le Vehicle-to-Home e Vehicle-to-Grid, che permettono di collegarsi a sistemi energetici esterni per ricaricare le batterie e poi fornire l’energia necessaria all’appartamento quando più necessario.

Questa novità trasforma e amplia di molto la nostra idea di auto che, da semplice mezzo di trasporto (sia pure innovativo e pulito), diventa uno strumento utile ad accumulare e scambiare energia con case, appartamenti e altri luoghi. Un modo utile anche a garantire meno sprechi e a gestire le nostre risorse in maniera più sostenibile.

appartamento nissan 3

Grazie al lavoro dell’auto elettrica, non solo si è riusciti ad alimentare l’appartamento ma anche una postazione bar grazie alla quale i visitatori hanno potuto gustare un caffè macchiato con il proprio volto disegnato sopra la schiuma.

Leggi anche:

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, oli essenziali e fitoterapia, le sue passioni da sempre. Laureata in lettere moderne, con Master in editoria, ha poi virato le sue competenze verso il benessere olistico
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook