Auto elettriche e ibride: 40 nuovi modelli ecologici per Ford entro il 2022

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Investire nelle auto elettriche e ibride. Anche Ford vuole salire sul carro della rivoluzione dei veicoli ecologici. Entro il 2022, la casa automobilistica punta ad investire 11 miliardi di dollari realizzando un parco auto formato da 40 veicoli e ibridi ed elettrici.

A rivelarlo ieri in occasione del Salone dell’auto di Detroit è stato Bill Ford, presidente esecutivo della Ford Motor Company insieme a Jim Hackett, Presidente e CEO.

L’investimento è nettamente superiore al precedente, annunciato dalla società, pari a 4,5 miliardi di dollari entro il 2020, hanno detto i dirigenti di Ford, e include i costi per lo sviluppo di sistemi e stabilimenti dedicati a veicoli elettrici. Da ottobre la casa automobilistica taglierà 14 miliardi di dollari dai costi per i prossimi cinque anni e sposterà gli investimenti di capitale dalle berline e dai motori a combustione interna allo sviluppo di auto elettriche e ibride.

Dei 40 veicoli elettrificati, 16 saranno completamente elettrici e il resto del nuovo parco auto sarà formato da ibridi plug-in.

“Siamo tutti d’accordo, stiamo prendendo i nostri veicoli tradizionali, i più iconici, e li stiamo rendendo elettrici”, hanno detto i vertici di Ford. “Se vogliamo avere successo con l’elettrificazione, dobbiamo farlo con veicoli che sono già popolari”.

Alcune auto elettriche saranno prodotte con la JV di Ford in Cina e saranno destinati al mercato cinese.

La rivoluzione elettrica delle altre case automobilistiche

General Motors, Toyota Motor e Volkswagen AG hanno già delineato piani aggressivi per espandere le loro offerte di veicoli elettrici e raggiungere i consumatori che desiderano il lusso, le prestazioni e lo stile di un SUV nello stesso veicolo.

Una scelta portata avanti da anni da Tesla, con le sue berline elettriche e SUV e seguita anche da GM che l’anno scorso ha annunciato di aggiungere 20 nuovi veicoli elettrici a batteria e a celle a combustibile alla sua linea globale entro il 2023, finanziato da robusti profitti dai tradizionali veicoli a combustione interna negli Stati Uniti e in Cina.

Volkswagen ha rivelato che a novembre spenderà 40 miliardi di dollari per auto elettriche, a guida autonoma e nuovi servizi di mobilità entro la fine del 2022 – più di quando ha annunciato due mesi prima, quando aveva reso noto un programma di investimenti di circa 20 miliardi di euro entro il 2030.

Toyota sta lavorando per commercializzare la tecnologia di una batteria rivoluzionaria entro il 2020, potenzialmente in grado di ridurre i costi di fabbricazione dei veicoli elettrici.

LEGGI anche:

Cina, India, Francia e Regno Unito hanno annunciato l’intenzione di eliminare gradualmente i veicoli alimentati da motori a combustione e combustibili fossili tra il 2030 e il 2040. L’Italia è ancora lontana anni luce.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook