©Xiaomi

MI Car: ora è ufficiale, arriverà l’auto elettrica Xiaomi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo marchio si affaccia sul crescente mercato delle auto elettriche ed è un nome pesante. È quello di Xiaomi, “big” cinese dell’elettronica di consumo, che ha ufficializzato la nascita della Xiaomi Automobile Co. Ltd..

L’azienda, costituita con un capitale di 10 miliardi di yuan, sarà guidata da Lei Jun, fondatore presidente e ceo del gruppo Xiaomi, che lo scorso marzo aveva anticipato la mossa della sua compagnia nota in Occidente soprattutto per smartphone, aspirapolvere e monopattini. 

L’azienda conta ad oggi 300 neoassunti selezionati tra 20.000 candidati, ma la forza lavoro al servizio dell’ambizioso progetto del colosso cinese è destinata ad aumentare massicciamente nei prossimi anni.

Al momento non è noto quando sarà pronta la prima delle future “Mi Car”, ma secondo le indiscrezioni potrebbe essere presentata nel 2023 o nel 2024.

Pare che Xiaomi avrà come partner industriale Great Wall Motors, il più grande costruttore privato di automobili della Cina, che metterà a disposizione i suoi stabilimenti.

Xiaomi da parte sua ha già in dote un’expertise tecnologica di altissimo livello. Da poco ha inoltre acquisito la startup californiana specializzata nella guida autonoma Deepmotion,

«I veicoli elettrici intelligenti rappresentano una delle maggiori opportunità di business del prossimo decennio e rappresentano una componente essenziale dell0 “smart living”. Entrare in questa attività è una scelta naturale per noi mentre espandiamo il nostro ecosistema AIoT intelligente e realizziamo la nostra missione di consentire a tutti nel mondo di godere di una vita migliore attraverso una tecnologia innovativa», aveva dichiarato in aprile Lei Jun in occasione di un incontro con gli investitori. 

LEGGI ANCHE: 

L’incoscienza dell’automobilista che ha inseguito un orso marsicano per filmarlo: ora rischia condanna per maltrattamento animali

Auto elettriche e batterie: il mondo deve ridurre l’uso di metalli rari e riciclarli

Quanto è riparabile il tuo smartphone? Da iPhone a Xiaomi i migliori e peggiori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureato in Comunicazione all'Università di Siena e giornalista dal 1995, ha un'esperienza pluriennale come redattore automotive. Ha lavorato per riviste, TV e testate online specializzate di diffusione nazionale. Su greenMe.it si occupa di mobilità sostenibile e auto ecologiche
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook