Dai fucili all’auto elettrica, ecco il prototipo di Kalashnikov che vuole sfidare Tesla

Kalashnikov CV-1

Kalashnikov, noto produttore russo di armi, fa capolino nel mercato dei veicoli ecologici. Dai fucili alle auto elettriche è un passo lungo e non scontato ma sicuramente significativo. Anche l’industria militare quindi si interessa sempre di più alla mobilità verde.

Lo fa Kalashnikov, noto ai più per i suoi fucili. Ispirandosi a un modello degli anni ’70 con un look un po’ retro, la società russa ha presentato il prototipo della CV-1, in occasione della fiera militare Army 2018.

L’auto ricorda un modello di berlina sviluppato negli anni ’70 chiamato “Izh-Kombi”. La holding Kalashnikov Concern sostiene di aver sviluppato elementi all’avanguardia per la sua supercar elettrica, incluso un inverter definito “rivoluzionario” grazie al quale il veicolo può percorrere 350 km con una sola carica. Facile da credere visto che la batteria potrebbe essere un colosso da 90 kWh.

La sfida a Tesla

“L’auto è in competizione con Tesla perché è attualmente un progetto di successo per veicoli elettrici”, ha spiegato all’emittente radiofonica russa RBC Sofia Ivanova, direttore delle comunicazioni esterne di Kalashnikov. “Ci aspettiamo almeno di tenere il passo”.

kalashnikov cv 1 3

Volendo fare un confronto, l’auto elettrica più economica di Tesla, la Model 3, può viaggiare almeno per 5 km in più per ogni carica, e raggiungere 96 km/h in meno di 5,6 secondi. La Roadster dell’azienda raggiunge la stessa velocità in 1,9 secondi.

Per gli analisti di Forbes, la scheda tecnica e tutto ciò che sta sotto il cofano della CV-1 devono essere prese interamente al valore nominale, fino a quando non ci sarà l’occasione di vedere l’auto all’opera per analisi e test.

kalashnikov cv 1 2

Riuscirà a rivaleggiare con marchi come Tesla? Secondo Forbes, Elon Musk e la sua società possono dormire sonni tranquilli al momento visto che tutto ciò che sappiamo è che l’auto è alimentata elettricamente e ha una buona autonomia, vista anche l’imponente batteria:

“Dovremo aspettare per saperne di più. La CV-1 deve mettere le ruote a terra prima che possa essere testata attraverso le steppe siberiane”

Non solo armi

Da tempo Kalashnikov cerca di espandere il proprio marchio al di là delle armi. Recentemente ha lanciato anche delle linee di abbigliamento e altri prodotti, dagli ombrelli alle cover per cellulari.

La sua incursione nel settore dei veicoli elettrici, tuttavia, ha suscitato reazioni contrastanti da parte dei russi. I commenti sulla pagina ufficiale di Facebook della compagnia vanno dal “cyberpunk” a “Izh-Zombie”. L’auto è già diventata oggetto di meme sui social media.

Anche Dyson punta alle auto elettriche

Di recente, anche un altro marchio che attualmente si occupa di elettrodomestici e aspirapolveri, Dyson, ha palesato la sua volontà di produrre un’auto elettrica. La società ha annunciato un massiccio piano di investimenti grazie al quale il veicolo potrebbe essere pronto entro i prossimi 3 anni.

Un segnale positivo, che lascia ben sperare in un futuro all’insegna della mobilità sostenibile.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook