L’auto elettrica non è sostenibile… economicamente! Dyson getta la spugna e abbandona il progetto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

James Dyson si tira indietro: l’auto elettrica in cui aveva tanto creduto non è sostenibile a causa di costi di progettazione e produzione eccessivi. Era già stata presentata nel 2018 e per il 2021 si prevedeva l’uscita sul mercato, dopo quattro anni di lavori dietro le quinte e 400 specialisti coinvolti nel progetto, prima a Malmesbury, nel sud-ovest dell’Inghilterra, poi a Singapore.

L’auto elettrica che aveva in mente Dyson era davvero futuristica, dotata di accumulatori agli ioni di litio e allo stato solido, di un design avveniristico ed inedite batterie, insomma avrebbe di sicuro fatto concorrenza alla Tesla.

Peccato che il progetto, che prevedeva l’uscita di ben tre modelli, nonostante gli investimenti milionari, sia fallito, come ha annunciato lo stesso Dyson sia su Twitter che sul proprio sito:

“Il team di Dyson Automotive ha sviluppato un’auto fantastica; sono stati ingegnosi nel loro approccio pur rimanendo fedeli alle nostre filosofie. Tuttavia, anche se abbiamo fatto grandi sforzi durante il processo di sviluppo, semplicemente non possiamo renderlo commercialmente fattibile.”

Dyson fa anche riferimento alla mancanza di un acquirente adeguato per il progetto:

Abbiamo intrapreso un percorso serio per trovare un acquirente per il progetto che, sfortunatamente, finora non ha avuto successo”.

Cosa significa tutto questo? Non che l’auto elettrica di per sé non si possa realizzare, ma che sia molto difficile guadagnarci qualcosa, a meno che non si decida di quotare le aziende che le producono.

In ogni caso Dyson non si arrende dichiarando che le tecnologie identificate in questi anni di duro lavoro saranno sfruttate per nuove opportunità, facendo riferimento alle batterie a stato solido, a tecnologie di rilevamento, sistemi di visione e robotica.

Peccato che la sostenibilità ambientale, in alcuni casi, non possa prescindere dalla sostenibilità economica.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook