©Sanook

IM, l’auto hi-tech con cui Alibaba si lancia nel settore elettrico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una nuova berlina elettrica, questa volta tutta cinese. Il colosso asiatico dell’e-commerce Alibaba ha lanciato un’auto elettrica con ricarica wireless sotto un nuovo marchio formato insieme a SAIC Motor, la più grande azienda automobilistica del paese.

Sembra ormai palese la crescente ambizione dei più grandi gruppi tecnologici asiatici nel settore automobilistico mentre si affrettano a collaborare con case automobilistiche affermate per accelerare l’ingresso nel mercato e competere con la rivale statunitense Tesla nel più grande mercato automobilistico del mondo.

Alibaba, già uno dei principali investitori nella startup nazionale di veicoli elettrici Xpeng Motors, sta scommettendo ancora di più sul futuro dei veicoli intelligenti. La nuova berlina svelata nei giorni scorsi con il marchio IM (“intelligenza in movimento), come anticipato, è stata sviluppata da una joint venture tra Alibaba, SAIC di proprietà statale e Shanghai Zhangjiang Hi-Tech Park Development, il braccio di investimento del governo cittadino.

Il trio ha lanciato formalmente l’impresa il 25 dicembre. IM è dotata di una nuova batteria a stato solido di Contemporary Amperex Technology, il più grande produttore cinese e vanta con una densità di energia superiore a quelle in uso ora, oltre a chip del gruppo tecnologico statunitense Nvidia.

Il veicolo sarà in grado di parcheggiare da solo e includere funzioni smartphone come il servizio fotografico e la condivisione sui social media. Caratterizzata da un design aerodinamico, è dotata anche di un sistema di illuminazione intelligente all’avanguardia con 2,6 milioni di pixel. Questo permette di mostrare lo stato di carica delle batterie ma anche una serie di animazioni. Il veicolo ha maniglie incassate nella carrozzeria per offrire un aspetto più moderno ed elegante. Da non trascurare il tetto panoramico in vetro.

Dal comparto consolle centrale emerge un secondo schermo da 12,8 pollici, che rafforza l’atmosfera innovativa e tecnologica che si respira all’interno del veicolo asiatico. Continuando con le apparecchiature innovative, da segnalare la presenza di 15 telecamere ad alta definizione, 12  sensori a ultrasuoni e 5 radar a onde millimetriche per la guida semi-autonoma. Sulla plancia inoltre è presente un altro schermo panoramico da 39 pollici che occupa praticamente l’intera larghezza dell’abitacolo ed è suddiviso in tre diverse sezioni (una proprio davanti al guidatore, un’altra al centro e la terza davanti al sedile del passeggero).

Le presentazioni sono da top di gamma, con due motori elettrici grazie ai quali si ottiene una potenza combinata pari a 540 CV (400 kW) e una coppia massima di 700 Nm. A livello di prestazioni, il veicolo è in grado di accelerare da 0 a 100 km / h in soli 3,9 secondi. A completare l’opera una batteria da 93 kWh anche se sarà disponibile anche quella dai 115 kWh.  Essa si ricaricherà in modalità wireless con una velocità record di 11 kW, che permetterà di recuperare un’autonomia fino a 80 km in appena un’ora.

“La partnership aiuterà SAIC ad aggiungere più modelli premium al proprio portafoglio, grazie alla reputazione di Alibaba”, ha detto Ivan Su, analista di Morningstar a Hong Kong. L’esperienza di Alibaba nell’analisi dei clienti e nei canali di distribuzione contribuirà ad aumentare le vendite, ha aggiunto.

Eccola in azione, dal minuto 46 circa:

IM inizierà a prendere i preordini ad aprile durante il salone dell’auto di Shanghai. Un secondo modello, un veicolo sportivo, dovrebbe essere lanciato nel 2022. Non si conoscono ancora i costi.

Fonti di riferimento: Asia Nikkei, ChinaDaily

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook