Amsterdam dice addio alle auto: pedoni e ciclisti si riprendono la città

Amsterdam

Amsterdam punta a dire addio alle auto a benzina e diesel, lasciando libero accesso solo ai veicoli elettrici. È quanto accadrà dal 2030 secondo quanto annunciato dal consiglio comunale della città. Ma non solo. Già da luglio 2019, la città eliminerà migliaia di parcheggi sostituendoli con nuove ciclabili, parchi e marciapiedi.

L’Olanda era al lavoro da tempo per eliminare i veicoli più inquinanti dalle proprie strade entro il 2025 ma adesso Amsterdam fa sul serio e punta a regalare la città ai ciclisti e ai pedoni.

Il consiglio comunale ha annunciato l’intenzione di vietare le auto a benzina e diesel, lasciando solo quelle elettriche entro il 2030. Lo stop fa parte del Piano d’azione Clean Air (Actieplan Schone Lucht) grazie al quale si cercherà di rendere la città ancora più vivibile sia sul fronte della qualità dell’aria che su quello degli spostamenti. A beneficiarne saranno prima di tutto i residenti, che potranno sperare in un aumento dell’aspettativa di vita.

Questi ultimi “vivono in media un anno in meno a causa dell’aria inquinata”, sostiene il capo dei trasporti Sharon Dijksma. Mettendo al bando le auto diesel e benzina dalla città, essi potrebbero vivere in media tre mesi in più. Il piano copre anche camion, mezzi di trasporto di massa e barche.

Annunciato all’inizio del mese di maggio, il piano sarà discusso proprio in questi giorni dal consiglio comunale, dopo il pubblico sarà autorizzato a fornire le proprie osservazioni durante un periodo di sei settimane.

Via i parcheggi auto dal 1° luglio 2019

I cambiamenti saranno visibili già tra qualche settimane. Dal 1° luglio, infatti, Amsterdam eliminerà 12.500 posti auto dal centro storico, sostituendoli con nuovi marciapiedi alberi ma anche piste ciclabili e stalli per le biciclette Di fatto, verranno creati nuovi spazi a favore di pedoni e ciclisti.  destinare ai pedoni, alle biciclette e alla natura. Ogni anni verranno eliminati 1500 parcheggi in modo da arrivare a circa 12.500 nel 2025.

Addio a auto e benzina e diesel

In ogni caso, le auto a diesel e benzina non saranno bandite da un giorno all’altro ma verranno eliminate gradualmente, iniziando con il divieto di quelle diesel immatricolate prima prima del 2005 nell’area A10. Entro il 2030, infine, tutti i veicoli che producono emissioni non saranno più ammessi nel centro città.

Passare a spostamenti senza emissioni non significa che i residenti o le imprese dovranno sborsare grandi somme di denaro all’improvviso, visto che secondo le autorità cittadine per rendere più facile la transizione, saranno messi a disposizione sussidi e schemi di esenzione. In questo modo, ad esempio, sarà possibile acquistare un veicolo “pulito”, ricevendo anche alcune agevolazioni come il permesso di parcheggio gratuito.

Amsterdam non sarà la prima a farlo. Anche diversi paesi e città tra cui Parigi, Roma, la Gran Bretagna e addirittura la Cina, hanno già annunciato i loro piani per dire addio alle auto a benzina o a diesel in tempi diversi. 

Un sogno per l’Italia, ancora in balia delle auto, delle polveri sottili e della congestione dovuta al traffico.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook