auto-metano-fiat

Auto a metano e a GPL la soluzione più immediata contro il caro benzina e le emissioni inquinanti. Questa la strategia di Fiat che, tra le poche Case automobilistiche che non hanno investito sulla mobilità elettrica, cavalca l'onda del gas naturale.

I frequenti rincari dei prezzi della benzina e del diesel (che nell'ultimo triennio hanno subito un incremento del 50%) stanno modificando le abitudini degli italiani, sicuramente (purtroppo) più dell'attenzione per l'ambiente. Ma a prescindere dal fine, ciò che conta è il risultato finale, ossia la diminuzione delle emissioni inquinanti nell'atmosfera.

Ed è così che Fiat si propone come l'unico costruttore europeo a offrire una vasta gamma di vetture e veicoli commerciali a doppia alimentazione GPL/benzina e metano/benzina.

Secondo quanto si legge in una nota sul sito dell'azienda, "le alimentazioni alternative (GPL e metano) di Fiat Group Automobiles contribuiscono in modo significativo ai primati assegnati dagli ultimi studi della società JATO, leader mondiale per la consulenza e ricerca nel campo automotive. Infatti, secondo le analisi dell'istituto indipendente Jato Dynamics, negli ultimi 4 anni Fiat è risultato il brand più ecologico tra i principali marchi automobilistici più venduti in Europa con un livello medio di emissioni di CO2 pari a 123,1 g/km contro una media mercato di 140,9 g/km".

L'azienda torinese inoltre spiega perché ha puntato su metano e GPL. Quel che a noi interessano sono soprattutto le motivazioni strettamente "ambientali". In questo contesto, il primo è, secondo Fiat, il combustibile più green attualmente a disposizione. Rispetto al gasolio, infatti, i veicoli a metano non emettono particolato e le emissioni di ossidi di azoto sarebbero inferiori di circa il 90%. Confrontando il metano con la benzina, invece, i suoi propulsori garantirebbero una riduzione degli ossidi di azoto di circa il 50% e di quasi il 25% di CO2, permettendo anche di circolare nelle "zone a traffico limitato". Il metano è anche pià economico e sicuro.

Anche il GPL non è da meno. Si tratta infatti di un idrocarburo ottenuto dal processo di raffinazione del greggio o direttamente per estrazione, mediante semplici procedimenti di separazione dal gas naturale o dal petrolio. Ciò lo rende privo di benzene e piombo. Un altro grande vantaggio è che non genera PM10, che, sappiamo bene, è il nemico numero 1 dell'aria delle grandi città. Vantaggi anche relativamente ai costi, visto che in media il costo chilometrico del GPL è circa la metà di quello della benzina.

"Nel 2011 Fiat S.p.A è stata riconosciuta, per il terzo anno consecutivo, leader di sostenibilità ed è stata confermata negli indici Dow Jones Sustainability (DJSI ) World e Dow Jones Sustainability Europe" si legge nella nota.

A nostro avviso però se le auto a metano e a GPL possono rappresentare una soluzione nel breve termine, il futuro della mobilità è a zero emissioni e in questo ambito la casa automobilistica nostrana sta rimanendo veramente indietro. Anche perché il gas naturale, come il petrolio non è una risorsa infinita.

Francesca Mancuso

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog